Bitcoin: prezzo giù, ma fondamentali su
Bitcoin: prezzo giù, ma fondamentali su
Bitcoin

Bitcoin: prezzo giù, ma fondamentali su

By Marco Cavicchioli - 21 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi il prezzo di Bitcoin è tornato giù, sotto i 40.000$, al livello più basso degli ultimi cinque mesi. 

Perché il prezzo di Bitcoin è giù

Il problema, come riferisce Bloomberg Crypto, sembrerebbe essere la diffusione sui mercati finanziari di una certa avversione al rischio, in particolare su quelli statunitensi. 

Il calo ha riguardato anche un po’ tutte le altre criptovalute, con ETH sceso sotto i 3.000$. 

Bloomberg riferisce anche che secondo alcuni strateghi di Fundstrat Digital Asset Research il prezzo di Bitcoin rimane soggetti ai “capricci delle variabili macro”. 

In realtà questo ormai dimostra chiaramente come Bitcoin sia entrato a far parte dei mercati finanziari tradizionali, tanto da non essere affatto in grado di muoversi indipendentemente da ciò che accade su altri mercati. 

In particolare ieri il Nasdaq ha dato segni di cedimento in chiusura, e l’oro è qualche giorno che si apprezza. A monte c’è il timore che la politica monetaria della Fed possa farsi sempre più restrittiva. 

L’indice RSI è sceso in territorio di ipervenduto, suggerendo che il tonfo di oggi possa essere dovuto ad un momento di difficoltà. 

Bitcoin analisi fondamentale
L’analisi fondamentale di Bitcoin è confortante

I fondamentali di Bitcoin

Infatti i fondamentali non solo stanno tenendo, ma anzi continuano a rafforzarsi. 

La notizia forse più emblematica da questo punto di vista è quella che riguarda 300 banche USA che presto dovrebbero offrire ai propri clienti la possibilità di comprare e vendere Bitcoin direttamente dal loro conto corrente, tramite l’app dell’home banking. 

Questa iniziativa si deve ad una partnership con NYDIG, che già consente proprio la compravendita di BTC. In questo modo il trading di Bitcoin entrerà in qualche modo direttamente sui conti correnti bancari di molti statunitensi, dando loro un accesso diretto ed immediato al mercato crypto. 

Tuttavia il servizio sarà attivo solamente a partire dal secondo trimestre del 2022, quindi per ora non può avere alcun effetto sul prezzo. 

Da notare che quando PayPal fece qualcosa di simile, a novembre 2020, generò un significativo aumento dei volumi di scambio di Bitcoin, tanto che è assolutamente lecito attendersi qualcosa di simile anche nei prossimi mesi. 

Hashrate da record

L’hashrate invece nei giorni scorsi è tornato ai massimi di sempre, sebbene continui ad oscillare molto tra 160 Ehash/s e 230 Ehash/s. 

La mediana delle fee per transazione sulla blockchain di Bitcoin è scesa a 0,37$, mentre il numero di transazioni giornaliere on-chain è ai livelli di settembre 2021. 

In altre parole le sofferenze attuali del prezzo di Bitcoin non si devono a Bitcoin, o a notizie relative a Bitcoin, ma ai mercati finanziari ed alla diffusione dell’avversione al rischio in questo periodo.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.