Naverse, sul metaverso il primo incontro tra dipendenti dalle droghe
Naverse, sul metaverso il primo incontro tra dipendenti dalle droghe
NFT

Naverse, sul metaverso il primo incontro tra dipendenti dalle droghe

By Vincenzo Cacioppoli - 3 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Si è svolto il 17 febbraio scorso Naverse, il primo incontro del gruppo di supporto di Narcotici Anonimi (Narcotics Anonymous) nel metaverso, grazie al supporto di Socialyse Paris e del suo partner tecnico VR Academy. Otto membri di Narcotici Anonimi sono venuti nello spazio virtuale per discutere delle loro dipendenze e dei loro progressi verso una nuova liberazione dalla dipendenza, in una nuova modalità coinvolgente.

Naverse, l’incontro per dipendenti dalla droga

Narcotics anonymous è un’associazione nata più di 50 anni fa sulla scorta dell’esperienza degli alcolisti anonimi, Si tratta del primo caso di incontro tra persone problematiche nel metaverso. In questo modo sarebbe preservata ancora di più l’anonimato e la privacy delle persone interessate.

Socialyse Paris, un’agenzia del Gruppo Havas, che ha organizzato quello che può essere considerato come un primo incoraggiante test, ha seguito passo passo ed accompagnato l’associazione Narcotici Anonimi nella creazione di un’esperienza virtuale nel metaverso per ricreare in maniera più coinvolgente e realistica possibile la sensazione di presenza, supporto e guida che gli incontri fisici possono fornire.

“Sebbene sia comprensibile che alcune persone possano sentirsi preoccupate per questo, abbiamo scelto di usarlo in modo virtuoso e integrarlo in una questione di interesse pubblico. Ci siamo detti, e se la tecnologia immersiva permettesse un trattamento migliore delle malattie mentali, e in particolare delle dipendenze? È nostro ruolo, come professionisti nei settori della comunicazione e della pubblicità, utilizzare queste tecnologie in modo significativo e offrire soluzioni pratiche ad alcune sfide chiave del nostro tempo. Ci auguriamo che questa prima esperienza ispiri iniziative simili anche altrove”. 

hanno affermato Émilie Cabanié, Head of Influence, ed Emmanuel Quéré, Senior Strategic Planner di Socialyse Paris.

L’iniziativa sembra aver riscosso un grande successo tramite partecipanti a vedere alcuni feedback di alcuni di loro che hanno voluto commentare questa particolare esperienza.

“È stata un’esperienza emotivamente ricca e sono felice di averne fatto parte. Mi sentivo come se fossi in un “vero” incontro, come se fosse fisico, mentre gli incontri basati su Zoom che abbiamo avuto durante i periodi di blocco sembravano meno personali, più freddi”, 

ha detto Caroline.

La piattaforma fa parte di “Metaverse by Havas”, una soluzione di consulenza, creatività, media e commercio lanciata per i marchi che desiderano esplorare le nuove esperienze del metaverso per migliorare le loro esperienze di brandina attraverso il marketing virtuale.

naverse
Otto membri di Narcotici Anonimi sono venuti nello spazio virtuale per discutere delle loro dipendenze

 

Sul metaverso di The Sandbox

Dal 1 febbraio il gruppo possiede un appezzamento di terreno virtuale nel videogioco The Sandbox dove prevede di inaugurare il suo primo villaggio virtuale (il 69° Havas Village) che dovrebbe vedere la luce ad aprile prossimo.

“Il metaverso offre una vasta gamma di nuovi media e nuove opportunità per il settore delle comunicazioni e per i marchi.  Che l’obiettivo sia creare esperienze originali e significative, raggiungere nuovi target di pubblico o semplicemente rafforzare un legame esistente, le possibilità sono praticamente infinite.  Havas Group può contare su un team all’avanguardia di esperti del metaverso per guidare questa nuova impresa e guidare con competenza i marchi dentro e intorno a questi mondi virtuali”, 

ha affermato di recente,Yannick Bolloré, presidente e CEO di Havas Group.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.