banner
Ex dipendenti di Google sviluppano un nuovo wallet crypto
Ex dipendenti di Google sviluppano un nuovo wallet crypto
News dal Mondo

Ex dipendenti di Google sviluppano un nuovo wallet crypto

By Marco Cavicchioli - 15 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Si chiama Clos3t, ed è un wallet di criptovalute dedicato in particolare ai consumatori del settore del fashion progettato per il Web3. 

Ex di Google, Chanel, e PwC stanno creando un wallet crypto

Lo stanno progettando tre ex dipendenti di Google, Chanel e PwC, con lo scopo di aiutare i consumatori a creare profili iper-personalizzati per gli acquisti. 

La startup è stata fondata ad aprile da Amandine Degotte, che in passato ha lavorato in Chanel e Dior al coinvolgimento dei clienti ed alla strategia digitale, Setareh Lotfi, che ha lavorato in Google sul Global Fiber Impact Explorer, e Virginie Le Bervet, che ha lavorato come consulente presso PwC e EY.

Degotte è il CEO, mentre Lotfi è il CTO e Le Bervet il COO. 

Durante una recente intervista Amandine Degotte ha affermato che hanno sviluppato molte app ed algoritmi di intelligenza artificiale per fornire consigli personalizzati ai clienti, utilizzando solamente dati “estratti”. 

Per spiegare meglio questa particolarità fa l’esempio di un cliente che fa acquisti da Chanel. L’azienda in questo caso chiederebbe al cliente per quale occasione sta effettuando gli acquisti, che tipo di maniche, lunghezza e colori preferisce, ed altre domande mirate per creare un profilo aderente alle caratteristiche ed ai desideri del cliente. In seguito questo profilo iper-personalizzato può servire per migliorare l’esperienza di acquisto del cliente stesso. 

Le informazioni collezionate sui profili Clos3t non vengono poi condivise con altre aziende.

L’obiettivo è quello di centralizzare sul profilo del cliente tutte le informazioni che si possono raccogliere da diversi merchant, ma senza condividerle con loro, così da poter creare un percorso di acquisto senza distinzione tra più negozi.

Il wallet che stanno creando non si limita a raccogliere dati sul cliente per costruire il suo profilo iper-personalizzato, ma può anche conservare PoAPs (Proof of Attendance Protocols), prove di autenticità e NFT. Questo lo distingue da altri portafogli crypto non specifici del settore fashion. 

Clos3t è pensato specificatamente per gli utilizzatori di criptovalute, consentendo anche il collegamento con wallet esterni. 

L’ipotesi da cui parte questa startup è quella che i wallet digitali potrebbero avere un ruolo cruciale nell’esperienza dei consumatori del Web3, tanto che l’intero settore fashion si sta interessando a queste nuove tecnologie. L’obiettivo è quello di fornire al mercato un wallet crypto unico di riferimento per questo settore. 

Non è un caso che la startup ha già raccolto 300.000$ da Fabric Ventures e Frst, con la possibilità di aumentare il finanziamento a 800.000$. Il lancio ufficiale della piattaforma è previsto nei prossimi mesi.

Il CEO di Clos3t, Amandine Degotte, ha dichiarato: 

“Quando sono entrata nel Web3 alcuni mesi fa, volevo davvero sviluppare un’applicazione super incentrata sul consumatore che sfrutterà davvero le preferenze del cliente, non solo in base ad un solo brand, ma tutto ciò che gli piace relativo alla moda”. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.