banner
Polygon lancia la sua zkEVM
Polygon lancia la sua zkEVM
Blockchain

Polygon lancia la sua zkEVM

By Vincenzo Cacioppoli - 21 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Polygon annuncia il lancio della prima soluzione di scalabilità a conoscenza zero (ZK) al mondo completamente compatibile con Ethereum.

zkEVM: la grande innovazione portata sul mercato da Polygon

Con un post sul suo blog, Polygon ha annunciato il lancio della prima soluzione di scalabilità zk compatibile completamente con Ethereum:

“Il grande momento di ridimensionamento di Ethereum è finalmente alle porte. Il futuro incentrato sul roll-up della rete inizia a prendere forma quest’anno con il passaggio al meccanismo di consenso Proof of Stake. Una delle soluzioni più promettenti per accogliere il prossimo miliardo di utenti di Ethereum sono le prove Zero Knowledge (ZK)”.

Il nuovo e innovativo sviluppo di zkEVM da parte di Polygon, iniziato a gennaio di quest’anno, è destinato, nelle intenzioni dei suoi sviluppatori, a migliorare notevolmente l’esperienza di utilizzo e sviluppo con Ethereum, fornendo scalabilità e costi di transazione inferiori.

Questo rappresenta un passo entusiasmante verso una maggiore adozione della tecnologia Web3.

Polygon zkEVM è in poche parole equivalente alla stessa macchina virtuale di Ethereum (EVM) ed è supportato pienamente da tutto l’ecosistema di Ethereum.

Il progetto è stato presentato alla Ethereum Community Conference (EthCC) di Parigi, che è stato descritto come un “grande balzo in avanti” nel mondo della tecnologia a conoscenza zero (ZK) e, come sottolineato dalla stessa società, si tratta solo del primo passo verso il futuro.

Polygon spiega nel post:

“ZkEvm è la prima soluzione di ridimensionamento equivalente a Ethereum che funziona perfettamente con tutti i contratti intelligenti, gli strumenti di sviluppo e i portafogli esistenti, sfruttando la crittografia avanzata chiamata prove a conoscenza zero”.

Come funziona la nuova zkEVM

polygon matic zkevm
La nuova zkEVM rivoluzionerà la tecnologia blockchain

Fino a poco tempo fa si pensava che fosse ancora presto per mettere in atto questo tipo di progetti per smart contract, come ha spiegato in un’intervista il co-fondatore di Polygon, Sandeep Nailwal

“Tutti pensavano che la zkEVM fosse distante almeno 12-18 mesi. Ma eccoci qui, e stiamo reperendo il codice e rendendo disponibile la rete di test”.

Secondo Nailwal, lo scorso anno Polygon ha impegnato quasi 1 miliardo di dollari in iniziative legate a ZK.

La tecnologia di prova ZK in breve realizza le transazioni in gruppi, che vengono inoltrate poi alla rete Ethereum come un’unica transazione in blocco. La commissione per la singola transazione viene quindi suddivisa tra tutti i partecipanti coinvolti, abbassando drasticamente i costi.

A differenza dei roll-up Optimistic, che sono fino ad ora quelli più utilizzati, in cui gli utenti devono attendere fino a sette giorni per depositi e prelievi, gli zk-Rollup offrono, invece, tempi di esecuzione molto più rapidi.

Mihailo Bjelic, co-fondatore di Polygon, ha affermato:

“Il Santo Graal dell’infrastruttura Web3 dovrebbe avere tre proprietà principali: scalabilità, sicurezza e compatibilità con Ethereum. Finora non era praticamente possibile offrire tutte queste proprietà contemporaneamente. Polygon zkEVM è una tecnologia rivoluzionaria che finalmente raggiunge questo obiettivo, aprendo così un nuovo capitolo di adozione di massa”.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.