Google Play Store non approva l’app di Donald Trump, Truth Social
Google Play Store non approva l’app di Donald Trump, Truth Social
News dal Mondo

Google Play Store non approva l’app di Donald Trump, Truth Social

By Stefania Stimolo - 5 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Google Play Store non renderà disponibile per il download l’app di Truth Social, il social network di Donald Trump, ex Presidente USA. Il motivo principale è che l’app viola gli standard di moderazione dei contenuti del negozio. 

Google Play Store non rende disponibile Truth Social, l’app di Donald Trump 

Google non ha ancora approvato e reso disponibile la versione app per Android del social network di Donald Trump, Truth Social

Il problema è che l’app violerebbe gli standard di moderazione dei contenuti del Play Store.

Secondo quanto riportato, Google avrebbe affermato quanto segue:

“Il 19 agosto abbiamo notificato a Truth Social diverse violazioni delle politiche standard nell’attuale presentazione dell’app e abbiamo ribadito che disporre di sistemi efficaci per la moderazione dei contenuti generati dagli utenti è una condizione dei nostri termini di servizio per la pubblicazione di qualsiasi app su Google Play. La scorsa settimana Truth Social ci ha risposto riconoscendo il nostro feedback e dicendo che sta lavorando per risolvere questi problemi.”

Tale restrizione da parte di Google Play Store significa che, al momento, il 44% degli utenti di smartphone negli Stati Uniti non possono scaricare l’applicazione. 

google play store
Google Play Store decide di non approvare Truth Social

Google Play Store rallenta l’espansione di utilizzo di Truth Social

Truth Social è stato creato da Trump Media and Technology Group (TMTG) come principale concorrente di Twitter, dopo che proprio il social dei crypto-lovers lo aveva bannato dalla piattaforma per i suoi tweet relativi alla rivolta al Campidoglio del 6 gennaio. 

Disponibile fin da subito per iPhone, l’app di Truth Social è stata lanciata su Apple Store. 

L’attuale scelta di Google Play Store, invece, di ostacolare l’espansione di utilizzo del social, è dovuta proprio a i suoi termini e condizioni relativi ai contenuti che possono essere condivisi. 

Non solo, anche Youtube di Google ha sospeso il canale di Trump. 

Elon Musk e il suo voler sbloccare Trump su Twitter

Agli inizi di maggio, quando Elon Musk era colui che avrebbe acquistato Twitter, aveva detto che avrebbe voluto sbloccare l’account di Donald Trump, dato che la scelta era stata “moralmente sbagliata”. 

Musk ha promosso per tutto il tempo la “libertà di pensiero” e, proprio per questo motivo, ha poi confermato di essere favorevole a terminare il ban permanente all’account dell’ex Presidente USA su Twitter. 

Al momento della scrittura, la battaglia tra Twitter e Musk si è solo inasprita di più, con il social che, in questo mese, ha citato in giudizio anche Binance. Musk sembra mancare sull’accordo dell’acquisizione del social media. 

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.