I più ricchi indirizzi Bitcoin e la loro distribuzione
I più ricchi indirizzi Bitcoin e la loro distribuzione
Bitcoin

I più ricchi indirizzi Bitcoin e la loro distribuzione

By Vincenzo Cacioppoli - 10 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo il sito specializzato BitInfoCharts, sarebbero poco più di 4.000 gli indirizzi in cui sono contenuti più di 10 milioni di dollari in Bitcoin.

Gli indirizzi Bitcoin più influenti

252.597.000 Bitcoin, a tanto ammonterebbe il portafoglio più ricco in Bitcoin, mentre il secondo indirizzo più ricco ne possiede poco più che 168.000. Secondo quelle che sono le stime elaborate dagli esperti, in realtà, il maggior possessore di Bitcoin sarebbe proprio il suo misterioso inventore, che si cela dietro allo pseudonimo Satoshi Nakamoto, che sarebbe in possesso di oltre 1 milione di Bitcoin.

I portafogli Bitcoin con più di 100.000 BTC contenuti e, quindi, con un valore superiore ai 2 miliardi di dollari, sono solo cinque. Come si sa il Bitcoin è stato creato per avere un’offerta limitata di monete che sarà equivalente a 21 milioni. i cinque portafogli più ricchi attualmente in circolazione, ad oggi, rappresentano collettivamente il 4,08% del totale delle monete in circolazione.

La quantità di Bitcoin che ogni strato di indirizzi possiede in relazione all’intera fornitura di bitcoin fluttua nel tempo. I cinque più grossi indirizzi BTC, possiedono un totale di 778.627 BTC. I successivi 92 maggiori proprietari, che vanno da 10.000 a 100.000 BTC, possiedono un totale di 2.169.396 BTC. Questi 97 indirizzi più ricchi rappresentano il 14,15% dell’offerta totale. Gli indirizzi bitcoin con 10.000 o più bitcoin sono indicati come balene dalla comunità finanziaria crypto.

Interessante notare dai dati di BitInfoCharts che dei cinque portafogli più ricchi, ben tre siano depositati presso l’exchange Binance, ed uno il secondo più consistente su Bitfinex. Molto facile prevedere che uno dei tre indirizzi possa appartenere proprio al fondatore e CEO dell’exchange Changpeng Zhao. Secondo il Bloomberg Billionaire Index, il patrimonio netto di Zhao era di circa 96 miliardi di dollari nel gennaio 2022, anche se la classifica di Forbes gliene attribuisce “solo” 65 miliardi, che lo rende di gran lunga la persona più ricca al mondo del settore delle criptovalute.

whale bitcoin wallet
Gli indirzzi Bitcoin più ricchi della rete

Il presunto indirizzo appartenente al CEO di FTX e i seguenti più ricchi

Per quanto riguarda il secondo indirizzo di Bitcoin più consistente che sarebbe depositato presso l’exchange FTX. Difficile non pensare che appartenga proprio al miliardario ed eclettico fondatore dell’exchange stesso, Sam Bankman-Fried, che ha avuto una ascesa del suo business rapidissima e che è considerato ormai come il secondo uomo più ricco al mondo del settore crypto. Laureato a pieni voti al prestigioso  MIT di Boston, ha fondato FTX, uno degli scambi di criptovalute più famosi al mondo, nel 2019, e Forbes ha stimato che nell’ottobre 2021 la sua fortuna valesse circa 26,5 miliardi di dollari.

Altri due miliardari che sono assai conosciuti nel mondo crypto, sono i due gemelli Tyler e Cameron Winklevoss, che con grande lungimiranza,  hanno trasformato i milioni guadagnati dalla loro causa contro Facebook e contro il loro ex collega di college Zuckerberg, accusato di aver rubato loro l’idea del social, in criptovalute. Sono diventati i primi miliardari nell’ecosistema delle criptovalute dopo l’impennata dei prezzi di Bitcoin alla fine del 2017. Forbes stima il loro patrimonio netto in circa $ 5 miliardi.

Per quanto riguarda le aziende, invece, ormai è cosa risaputa che MicroStategy sia la società in assoluto in possesso del maggior quantitativo di Bitcoin, poco meni di 130.000 per un controvalore di oltre 2 miliardi e 600 milioni di dollari, anche se la fase calante del mercato sta mettendo in serie difficoltà la società per un prestito contratto proprio per acquistare Bitcoin, che potrebbe costringerlo al margin call.

I Bitcoin di Tesla

Tesla, Inc. detiene, invece, oltre 10.800 BTC, che è la seconda maggiore quantità di Bitcoin in capo ad una singola azienda, una quota dello 0,051% della fornitura totale di BTC, dopo aver venduto negli scorsi mesi oltre 31.000 BTC. La terza più grande partecipazione di bitcoin da parte di una società pubblica è Galaxy Digital Holdings, che possiede 16.400 BTC.

Gli investitori istituzionali nel mondo crypto

Per quanto riguarda, invece, gli investitori istituzionali, i maggiori possessori di Bitcoin sono senz’altro gli ETF. Essi possiedono un totale di 816.379 BTC, il 3,88% dell’offerta totale di bitcoin. Il più grande ETF bitcoin è Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), che possiede 654.600 BTC, ovvero quasi il 3,2% dell’offerta totale. In totale, ETF, società pubbliche e private possiedono quasi 1,5 milioni di BTC, oltre il 7% dell’offerta totale.

Anche i governi di tutto il mondo possiedono Bitcoin, per un quantitativo complessivo di circa 259.870 BTC, che rappresenta l’1,23% dell’offerta totale e che supera le stesse riserve in oro del Paese. I rapporti affermano che la Bulgaria detiene più di 213.519 BTC e i membri del governo ucraino detengono privatamente circa 46.351 BTC. Secondo alcune stime anche il governo degli Stati Uniti deterrebbe circa 70.000 Bitcoin, derivanti in parte dai sequestri di criptovalute utilizzate per traffici illeciti.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.