Walmart lancia i suoi nuovi camerini virtuali
Walmart lancia i suoi nuovi camerini virtuali
News dal Mondo

Walmart lancia i suoi nuovi camerini virtuali

By Martina Canzani - 25 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Walmart, una delle più famose multinazionali americane di vendita al dettaglio, ha introdotto i camerini virtuali.

Questa notizia ci fa capire quanto il progresso tecnologico, lo sviluppo del tanto citato Web 3.0 sia, in questo caso, reale, consistente e, oserei dire, anche imminente.

Walmart: un’esperienza di shopping online migliore

Walmart, il gigante delle vendite al dettaglio, ha iniziato a lavorare a questo progetto l’anno scorso, decidendo di acquistare la startup di camerini virtuali Zeekit.

Oggi, dopo mesi di lavoro, la multinazionale può finalmente offrire ai propri clienti un’esperienza di shopping online unica e nettamente migliore.

La nuova funzione è disponibile, per il momento, solo per gli utenti iOS, sull’app Walmart.

Questo upgrade permette ai clienti di vedere direttamente da casa propria come i capi appaiono sul proprio corpo.

I più scettici diranno che nulla può competere con un fitting fatto di persona. 

Come dargli torto. 

Toccare il materiale del capo che ci interessa, capire quali sono i punti in cui non ci calza a pennello, è sicuramente qualcosa che non può essere, per ora, riprodotto virtualmente. 

Detto questo è anche necessario precisare che questi tipi di traguardi erano al pari di racconti di fantascienza solo trent’anni fa.

Quindi si meritano la loro dose di gloria ed attenzione.

“Be Your Own Model”

Walmart ha raggiunto questo traguardo progressivamente.

A Marzo, infatti, aveva presentato la tecnologia “Choose My Model”, che consentiva ai clienti di scegliere tra 50 modelle di taglie diverse per vedere come i vestiti si adattavano ad un corpo simile al proprio.

Ora, è scattata la fase successiva, denominata – “Be Your Own Model”, in cui gli utenti possono provare virtualmente più di 270.000 articoli sul proprio corpo.

Unico avvertimento: biancheria intima o indumenti aderenti dovranno essere tolti affinché la funzione possa essere più precisa possibile. 

Inoltre, da non dimenticare, “Be Your Own Model” utilizza algoritmi e apprendimento automatico per simulare una vestibilità sempre più realistica.

Le dichiarazioni del vicepresidente esecutivo

Denise Incandela, vicepresidente esecutivo di Walmart per l’abbigliamento, ha dichiarato:

“Questa esperienza consente ai clienti di utilizzare le proprie foto per visualizzare meglio l’aspetto dei capi d’abbigliamento e crea una possibilità molto interessante per i clienti.

Walmart è il primo a offrire un’esperienza di prova virtuale per i marchi di abbigliamento su larga scala, ed è l’applicazione più realistica che abbia mai visto”.

Martina Canzani

Laureata in Legge all'Università degli Studi di Milano. Concluso il percorso accademico ha iniziato ad interessarsi al mondo della blockchain, trovando in quest'ultimo un potente strumento di riscatto. La passione si è poi trasformata in lavoro, ora infatti investe in progetti early-stage di finanza decentralizzata e DAO e scrive articoli raccontando tutte le news riguardanti il mondo crypto.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.