L’NFT da 623.000 dollari di Logan Paul ora scende a 10 dollari
L’NFT da 623.000 dollari di Logan Paul ora scende a 10 dollari
NFT

L’NFT da 623.000 dollari di Logan Paul ora scende a 10 dollari

By Alessandra Bonifacio - 14 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il celebre YouTuber Logan Paul ha visto il suo investimento di $623.000 in un NFT Bumblebee a forma di ape della collezione Azuki chiamato K4M-1 # 03 scendere a soli 10 dollari.

Azuki: collezione NFT di successo

La collezione NFT di Azuki è considerata una delle NFT più “preziose” sul mercato. Le ragioni di ciò sono attribuite alla sua creatività e alla produzione ad alta intensità di lavoro. Tuttavia, il valore degli NFT di Logan ha subito un drastico calo a causa del crollo del mercato delle criptovalute.

Logan Paul ha investito oltre $2 milioni in NFT nell’ultimo anno circa, con l’NFT di Azuki che è stato il suo acquisto più costoso fino ad ora.

Azuki NFT non è l’unica perdita subita da Paul. Nell’agosto 2021, il 27enne ha anche scoperto di aver acquistato Genesis Rocks n. 65 e n. 68 per $ 1,55 milioni. Il primo ha un valore di soli $ 25.

Paul ha sicuramente perso molti soldi, ma non così tanto come sembrava.

Logan Paul: un investimento in NFT apparentemente fallimentare

Secondo DappRadar, l’NFT di Paul vale circa 7.272 dollari o 5,51 ether (ETH) . La valutazione sottolinea la natura del pricing NFT, anche nell’attuale mercato al ribasso.

Le stime NFT di DappRadar possono essere controverse. Twitter di NFT è esploso  per la sua valutazione del portafoglio Starry Night di Three Arrows Capital.

Ma non esiste davvero un modo universale per valutare gli NFT e alla fine la valutazione di DappRadar si è rivelata superiore a quella di Nansen qui mostrata:

DappRadar afferma che il suo strumento utilizza un algoritmo di calcolo automatico per determinare i prezzi appropriati in base alle condizioni di mercato.

Un portavoce di DappRadar, ha riferito a CoinDesk in una e-mail:

“Il nostro algoritmo calcola qual è il prezzo di un NFT, che è coerente con i dati storici di vendita. Non si tratta di prevedere con precisione, ma di trovare un prezzo che abbia senso per le attuali condizioni di mercato. Questa metodologia consente all’investitore di valutare quanto sia buono il prezzo di scambio, valutando anche l’importanza della vendita all’interno del mercato della collezione”.

Nel complesso, DappRadar mette la collezione NFT di Paul a poco meno di 1 milione di dollari.

Nel dicembre 2021, Paul ha twittato di aver speso 2,645 milioni di dollari per assemblare la sua collezione NFT.

Ora, vale circa il 37% di quello che ha pagato per questo. Mentre la maggior parte degli NFT nella raccolta ha subito perdite a due cifre, ci sono anche alcuni guadagni a due cifre:

https://dappradar.com/hub/wallet/eth/0xff0bd4aa3496739d5667adc10e2b843dfab5712b/nfts-financial

I token non fungibili registrano la proprietà di beni digitali e fisici tramite una rete blockchain o criptovaluta. 

Al giorno d’oggi, molte persone lo hanno concepito come un metodo redditizio per vendere arte digitale.

Sfortunatamente, il volume degli scambi NFT è crollato del 97%, con il BTC che si è mantenuto costante nell’intervallo tra i 19.000 e i 19.500 dollari fino a quattro giorni fa, ma i finanziatori sono in attesa di prove convincenti che il rialzo possa verificarsi.

Il fattore più determinante è chiaramente la recessione economica globale in corso: i prezzi continuano a salire a un ritmo allarmante in tutto il mondo. 

Alessandra Bonifacio

Laureata in lettere moderne, interessata alla comunicazione e alle digital humanities dopo aver preso parte a un progetto di ricerca in collaborazione con l’università di Stanford e ad una summer school in digital marketing presso la IE Business School.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.