Trading: come stanno performando Solana, Bitcoin ed Ethereum
Trading: come stanno performando Solana, Bitcoin ed Ethereum
Trading

Trading: come stanno performando Solana, Bitcoin ed Ethereum

By Federico Izzi - 14 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La pubblicazione degli ultimi dati riguardanti l’inflazione USA, ha scosso sia i mercati tradizionali che quelli crypto, con Solana (SOL) che cede il supporto dei $30. 

Le performance dei principali indici azionari e delle crypto ad alta capitalizzazione, come Solana (SOL)

Settimana da brividi per i mercati finanziari con le criptovalute che provano ad invertire il trend nonostante lo scivolone di ieri, giovedì, che ha riportato le quotazioni a testare i supporti dell’ultimo trimestre.

Per i mercati finanziari tradizionali ieri è stata una delle giornate più pazze degli ultimi anni. 

L’indice principe dello S&P 500 è affondato sotto i 3.500 punti, il livello più basso degli ultimi due anni, prima di innescare un corposo rimbalzo di oltre 100 punti riportandosi sopra i 3.700 punti prima della chiusura della seduta.

Ottava più difficile per l’indice tecnologico del Nasdaq che lotta per recuperare i livelli di apertura di lunedì. 

L’affondo di ieri ha fatto crollare le quotazioni ai livelli di luglio 2020 risvegliando il toro e mettendo a segno il miglior rialzo giornaliero (+2,2%) da inizio agosto.

Poche speranze per l’oro che cancella tutta la performance della 1a settimana del mese avviandosi a chiudere la settimana in rosso (-2%). Le tensioni di ieri non hanno risparmiato il nobile metallo spingendo le quotazioni ai livelli di fine settembre sotto i $1.650/oz. 

Nelle ultime 9 sedute solamente una volta, mercoledì 12 ottobre, le quotazioni giornaliere sono riuscite a chiudere in positivo.

Meglio il settore crittografico che, se pur a fatica, continua a dare segnali di recupero. Tranne pericolosi scossoni del fine settimana, per Bitcoin ed Ethreum la una chiusura positiva metterebbe a segno la terza settimana consecutiva in rialzo, per la prima volta da novembre 2021.

Ma non è così per tutte le altre con gran parte delle Blue Chip in perdita dall’apertura di lunedì.

Tra le peggiori spicca il crollo a doppia cifra di Cardano (ADA) in discesa di oltre il 10% su base settimanale. Lo scossone di ieri ha fatto scendere le quotazioni sotto i 0,500 USD, livello abbandonato a febbraio dello scorso anno. 

Analisi del prezzo di Solana (SOL)

Anche se con perdite dimezzate, settimana difficile per Solana (SOL) che perde attualmente oltre il 5% dall’apertura di lunedì. Le tensioni di ieri hanno pericolosamente riportato le quotazioni di SOL sotto i 30 USD per la prima volta da giugno prima di rimbalzare nuovamente sopra i 31 USD a fine giornata. Livello che sta mantenendo agevolmente anche in queste prima parte della giornata di venerdì.

Dalla fine di agosto la soglia dei 30 USD è stata più volte testata, facendo ogni volta rimbalzare i prezzi verso l’alto. Un rimbalzo che sinora sta mostrando più una difesa d’orgoglio per i tori di Solana che un vero livello baluardo dal quale ripartire. 

È necessario recuperare la soglia dei 40 USD per scacciare ogni fantasma ribassista. Ed è necessario farlo il prima possibile! Tecnicamente il ripetuto test di un supporto indica la voglia di stressare la difesa del livello prima di sferrare il colpo decisivo della rottura.  

Analisi della regina delle crypto, Bitcoin (BTC)

Ieri, aver rivisto le quotazioni scendere ad un passo dai 18.000 USD, e per poche manciate di dollari sotto i minimi di metà settembre, ha fatto temere di far saltare in aria le difese dei rialzisti che hanno sparato tutte le cartucce disponibili per non far crollare le quotazioni ai minimi dell’anno registrati a metà giugno, in area 17.650 USD.

Difesa riuscita con i prezzi tornati in questa prima parte della giornata di venerdì ad un passo dai 20.000 USD.

Al momento, il rimbalzo è da contestualizzare come un movimento di rimbalzo o di reazione dopo aver sferrato il colpo contro le pericolose zampate dell’orso.

Infatti, se allarghiamo il grafico alle ultime settimane, il prezzo di Bitcoin (BTC) continua a rimanere ingabbiato dentro il canale laterale che da inizio settembre vede i prezzi rimbalzare a ping-pong nella parte bassa in area 18.500-18.000 USD, e nella parte alta sopra i 20.500 USD.

Con la volatilità che sembra iniziare a risvegliarsi da un letargo che dura dallo scorso giugno è bene alzare di più la guardia.

Ieri l’orso ha fallito il tentativo di dare una scossa rompendo la parte bassa del canale. Non escluderei la riscossa del toro anche se sarà meglio ricaricare le forze per non rischiare il colpo del ko con un ritorno sotto i 18.000 USD. 

Le performance di Ethereum (ETH)

Nonostante i brividi di ieri, anche questa settimana Ethereum (ETH) si avvia a chiudere 7 giorni noiosi. Impostando il grafico settimanale lineare avremo una linea quasi orizzontale che evidenzia come tra l’apertura e la chiusura delle quotazioni settimanali c’è una differenza che non supera i 200 punti.

È un segnale evidente della calma piatta che accompagna la volatilità ai livelli più bassi degli ultimi 5 mesi.

Poco movimento anche per i volumi di scambio su base settimanale ai livelli più bassi dallo scorso aprile.

Tutto questo non deve far scendere la guardia. Il prolungato periodo che ingabbia i prezzi dentro un canale molto stretto, di solito anticipa un’esplosione delle quotazioni.  

Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.