Mina sbarca nel mondo degli NFT
Mina sbarca nel mondo degli NFT
NFT

Mina sbarca nel mondo degli NFT

By Alessandra Bonifacio - 31 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Massimiliano Pani, figlio di Mina, intende creare un prodotto con un alto contenuto artistico che sfrutti la tecnologia NFT.

La celebre cantante italiana Mina (pseudonimo di Anna Maria Mazzini) e suo padre Giacomo Mazzini nel 1967, hanno fondato l’etichetta svizzera-italiana PDU (Platten Durcharbeitung Unternehmungen cioè Produzione Dischi Ultrafonici). L’obiettivo è quello di creare una realtà di etichetta artisticamente e ideologicamente indipendente.

È un’etichetta discografica e uno studio multimediale al contempo attraverso cui si sono poi affermati importanti fotografi come Mauro Balletti e vari illustratori italiani.

L’etichetta si è sempre dimostrata aperta alla tecnologia con il primo sito Internet negli anni ’90, quando il web si stava affacciando in Italia, fino ad oggi con una aderenza alla tecnologia blockchain.

L’idea del figlio di Mina, Massimiliano Pani, per l’etichetta è la seguente: 

“L’obiettivo di PDU è essere la trattoria che fa le cose a mano. La volontà è di fare un prodotto con un alto contenuto artistico. Noi pensiamo che queste cose abbiano una unicità”.

Questa affermazione di unicità è il motivo cardine della scelta di creare un multiverso NFT dedicato a Mina.

L’approccio al mondo degli NFT è sicuramente contemporanea e poi in linea con le scelte in questo settore di molti artisti, tra questi il celebre cantautore Marco Castoldi in arte Morgan. 

Il marketplace OpenSea con gli NFT di Mina

Per raccogliere vinili, nastri analogici di qualità studio e collezionabili digitali a sua firma verrà creato un marketplace NFT su OpenSea. Il motivo è presto detto visto che si tratta del marketplace di riferimento del settore e uno dei più importanti al mondo. Qui saranno disponibili vinili, nastri analogici e opere digitali con la sua firma.

Che cos’è OpenSea

OpenSea è un mercato americano di token non fungibili (NFT) online con sede a New York City . L’azienda è stata fondata da Devin Finzer e Alex Atallah nel 2017. 

OpenSea è un marketplace che consente di vendere token non fungibili (NFT) direttamente a un prezzo fisso o tramite un’asta. Gli NFT sono basati sullo standard Ethereum ERC-721, oppure sulla soluzione di scalabilità di livello 2 per Ethereum Polygon, lo standard KIP-7 per Klaytn o lo standard SPL per Solana. 

Lo store di NFT di Mina: musica e illustrazioni

Sullo store del sito saranno disponibili oggetti da poter collezionare in NFT: le opere fotografiche di Mauro Balletti -fotografo che ha esordito con i ritratti fotografici di Mina- (per le copertine degli album di Mina Rane Supreme, Canarino Mannaro, Salomè e Veleno) con delle immagini inedite che si trasformano in opere in formato digitale NFT validate dalla tecnologia blockchain affiancate da un video in cui viene spiegato il procedimento di creazione dell’opera.

Ad affermarsi sul marketplace di OpenSea ci sarà anche il primo NFT musicale di Mina che prevede due brani di cover inedite: Almost blue di Chet Baker e Eu sei que voi te amar di Vinicius De Moraes.

In copertina ci sarà poi la grafica digitale realizzata da Gianni Ronco, celebre illustratore di Mina, cui è artisticamente legato da trent’anni.

Per ritrarre Mina ha usato in passato varie tecniche, degli acquerelli, delle tempere e della matita, rappresentandola sempre con un tocco di meravigliosa fantasia, in soggetti floreali, nelle vesti di bambina e guerriera, quasi da riuscire straordinariamente a fissare la voce di Mina sulla tela.

Mina, in questo progetto NFT, mostra di essere avanti come lo è stata anche in passato con la sua dote artistica e musicale: la sua adesione alla tecnologia NFT la rende figura iconica e unica non solo nell’arte musicale, ma adesso anche in quella digitale.

Alessandra Bonifacio

Laureata in lettere moderne, interessata alla comunicazione e alle digital humanities dopo aver preso parte a un progetto di ricerca in collaborazione con l’università di Stanford e ad una summer school in digital marketing presso la IE Business School.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.