HomeBlockchainIntervisteCardano SPO: KaraT Pool

Cardano SPO: KaraT Pool [KARAT]

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano SPO è uno stake pool gestito dal giapponese Toshi, che vive a Bangkok, in Thailandia, e che mira a donare il 25% delle entrate dello stake pool a un orfanotrofio in Thailandia: KaraT Pool [KARAT].

L’ospite precedente era uno stake pool la cui missione è aiutare i rifugi per cani a trovare case amorevoli per i cani randagi.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda Cardano e ogni settimana o due inviteremo uno Stake Pool Operator (SPO) a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che molti dei nostri lettori sono nuovi nello spazio crypto, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Cardano SPO, intervista con KaraT Pool [KARAT]

 

Cardano SPO KaraT Pool
Cardano SPO [KARAT] è uno stake pool relativamente nuovo. Screenshot preso da pool.pm

Ciao, grazie per il tuo tempo. Raccontaci qualcosa di te, di dove sei?

Mi chiamo Toshi Karasaki e sono il proprietario del KaraT Stake Pool (KARAT). Sono giapponese e vivo a Bangkok, in Thailandia

Viaggio dal 1990 e sono stato in molti Paesi. Mi sono interessato alle crypto dal 2016.

Il pool KARAT è stato registrato nel novembre 2022. KARAT mira a sostenere la decentralizzazione dell’ecosistema Cardano e allo stesso tempo a donare in futuro circa il 25% delle entrate dello stake pool a un orfanotrofio in Thailandia

Il nostro nodo di generazione dei blocchi si trova a Singapore. Attualmente abbiamo mintato 1 blocco e manteniamo una quota media di 270.000 ADA.

Qual è il percorso che ti ha portato a Cardano e a diventare uno Stake Pool Operator (SPO)?

Ho acquistato e messo in staking ADA fin da quando mi sono imbattuto in questa blockchain, ma ho ritenuto di poter contribuire maggiormente a Cardano, quindi ho accettato la sfida di creare un nuovo pool con la collaborazione di SPO giapponesi a Bangkok.

Continueremo a contribuire alla decentralizzazione e al miglioramento della sicurezza della rete Cardano.

Come vengono viste le crypto e le blockchain in Giappone? Esiste una forte community giapponese di Cardano?

Le startup giapponesi sono purtroppo rimaste indietro rispetto al resto del mondo, non solo per quanto riguarda la blockchain. Crypto e blockchain non sono ancora popolari. Solo poche persone sono coinvolte, ma esiste una grande community Cardano chiamata SPO JAPAN GUILD.

Cosa ti piacerebbe vedere con Cardano? C’è qualche progetto in particolare che stai tenendo d’occhio?

Ci aspettiamo un ulteriore riconoscimento dell’ecosistema Cardano nei prossimi anni.

Siamo un single pool lanciato da poco, quindi abbiamo delle preoccupazioni per il futuro, ma vorremmo lavorare su operazioni stabili con l’obiettivo di diventare un pool che faccia da ponte tra le comunità in Giappone e in Asia.

Mi sono unito alla Guild per contribuire a questa blockchain scalabile perché sono rimasto colpito dalla filosofia di Cardano di fornire portafogli per 1 miliardo di persone. Consiglio a tutti di continuare a imparare e di far parte di questo grande ecosistema!

Il primo obiettivo è raggiungere una delegazione di 3 milioni di ADA e puntare a un funzionamento stabile.  

Ottimo contributo. Dove è possibile rimanere in contatto?

Attualmente siamo solo su Twitter, ma in futuro vorremmo avere un sito web e un canale YouTube.

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista degli SPO sono propri e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o IOG.

Patryk Karter
Patryk Karter
Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS