HomeCriptovaluteUno spaccato del mondo crypto tra AGIX, IMX e Monero

Uno spaccato del mondo crypto tra AGIX, IMX e Monero

Analisi del valore e notizie più importanti sulle crypto più interessanti del momento come l’utility SingularityNET (AGIX), il token IMX (piattaforma ImmutableX) e Monero. 

Crypto: SingularityNET (AGIX) 

AGIX, il token nativo di SingularityNET, quota 0,162771 Euro in calo dello 0,91%.

Il volume del trading giornaliero di AGIX è di 24.433.573 Euro con una capitalizzazione di mercato totale di 195 milioni di Euro. 

AGIX come molti ERC-20 è basato sulla Proof of Work (PoW) di Ethereum. 

La società, fondata da Ben Goertzel (attuale CEO), Simone Giacomelli e David Hanson si occupa tra le altre cose di vendere strumenti di AI (Artificial Intelligence) e di testarli prima dell’acquisto. 

Tramite il portale Request for AI (RFAI), gli utenti possono chiedere uno strumento di AI ad hoc secondo le funzionalità che necessitano e i programmatori faranno il lavoro.

Poco più di due anni fa vedeva la luce SingularityNET Enhancement Proposal (SNEP) che permette di votare per le decisioni interne alla società e consente anche lo staking di AGIX. 

Il frutto del lavoro con Hanson Robotics invece ha portato gli sviluppatori a lavorare nella joint venture Awakening Health. 

Questa collaborazione usa l’intelligenza artificiale a scopi sanitari ed ha dato alla luce Grace, un umanoide che si occupa come un dottore del paziente. 

A cinque anni dal debutto, il prezzo è passato da 1,5 dollari agli 0,2 dollari del minimo nel 2020.

Lo scorso anno dopo un breve relief aveva visto il prezzo ripiombare a 0,04 dollari mentre oggi siamo addirittura al -90% dal prezzo di lancio. 

Crypto: ImmutableX (IMX) 

ImmutableX permette la conferma dell’operazione di trading e tariffe esigue sul minting e sugli NFT, è uno scaling su layer-2 per NFT che si basa su Ethereum

Con ImmutableX si può generare nuovi NFT e scambisti tranquillamente. 

IMX è il Token di Immutable X che permette transazioni molto veloci con commissioni quasi nulle. 

IMX permette di fare staking, da accesso al voto ed è lo strumento per il pagamento delle commissioni.

Con la debacle del prezzo dovuto agli scossoni di mercato molti creator hanno cercato nuove soluzioni e tra questi c’è Tiny Colony. 

Tiny Colony è un gioco che è passato da Solana a Immutable X recentemente. 

Arshia Navabi, co-fondatore e CEO di Tinyverse (Tiny Colony) a dichiarato a Decrypt:

“Immutable è stato molto incentrato sui giochi sin dall’inizio. Hanno un fantastico team di sviluppo e un’incredibile tecnologia incentrata sui giochi”.

Il prezzo di IMX ha avuto un boom del 16,07% questa settimana e da ieri è salito di un ulteriore 14,60% arrivando a 0,69 Euro. 

Ad oggi in circolazione ci sono poco meno di 794 milioni di IMX.

Crypto: Monero (XMR) 

Monero tocca i 163.600 Euro con un +1,15 da ieri. 

Il volume è pari a 95,938,249 Euro mentre la posizione nel market cap è la ventiseiesima con 2,968,879,349 Euro. 

Monero quest’anno sembra replicare lo schema del 2022 speriamo con risultati diversi nel finale. 

XMR aveva iniziato bene l’anno prima di volare a picco a primavera perdendo più della metà del proprio valore. 

Il token è da sempre molto volatile ma con la fine dell’anno XMR ha recuperato un po’ tornando ad un -23,3%.

Monero, si occupa di garantire la privacy di entrambe le parti delle transazioni. 

Ai suoi esordi (2014) la società prendeva il nome di BitMonero per poi modificarsi in  Monero solo successivamente. 

La società si basa sulla proof-of-work (PoW), è open source e permette l’anonimato di quanto fanno i propri utenti.

George Michael Belardinelli
George Michael Belardinelli
Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS