HomeCriptovaluteQuale sarà l’impatto del crollo di SVB per la crypto XRP? Parla...

Quale sarà l’impatto del crollo di SVB per la crypto XRP? Parla il CEO di Ripple

Il CEO di Ripple ha recentemente confermato l’esposizione in SVB, Silicon Valley Bank, crollata venerdì 10 marzo. Dunque, viene spontaneo chiedersi quale impatto avrà tutto questo sul token XRP e, più in generale, sull’intero comparto crypto. 

Crypto news: l’esposizione di Ripple a SVB 

Il token XRP è stato minacciato dalla recente rivelazione che Ripple aveva esposizioni in SVB, ovvero la Silicon Valley Bank, che è stata chiusa questo venerdì dalla Federal Deposit Insurance Corporation dopo aver subito una corsa ai prelievi.

In ogni caso, con l’intervento della Federal Reserve e del Tesoro degli Stati Uniti, i quali hanno assicurato ai clienti di SVB il pieno accesso ai loro depositi a partire da lunedì, gli investitori si sono calmati e sono tornati a investire in crypto, così da permettere al mercato una ripresa. 

In seguito, Ripple ha rivelato di avere una “certa esposizione” nei confronti della Silicon Valley Bank. Tale esposizione avrebbe potuto danneggiare l’azienda in modo significativo, ma la dichiarazione congiunta della Federal Reserve, del Tesoro degli Stati Uniti e della FDIC ha rivelato che i clienti della SVB (e della Signature Bank) avranno accesso a tutto il loro denaro a partire da lunedì 13 marzo. 

Per questo motivo, in seguito, il mercato crypto ha registrato una sorta di ripresa domenica e XRP non è sceso ulteriormente. E, dato che le autorità di regolamentazione statunitensi sono intervenute per sostenere il sistema bancario, sembra che non ci saranno altri fallimenti bancari in vista. 

Per questo motivo XRP può continuare ad attendere con ansia la risoluzione del caso di Ripple con la SEC

Proprio la scorsa settimana sono successi alcuni sviluppi positivi per l’azienda, con il giudice Analisa Torres che ha accolto la richiesta dell’azienda di rimuovere Patrick Doody come testimone e ha respinto la richiesta della SEC di escludere l’avvocato John E. Deaton come testimone di Ripple.

Focus sul prezzo di Ripple (XRP)

Nel corso delle ultime 24 ore il valore di XRP è aumentato, salendo del 6%, dopo essersi ripreso da un calo massiccio durante lo scorso fine settimana. Al momento XRP si trova al livello di 0,373344 dollari.

Ciò significa che ha visto il suo prezzo salire in una settimana del 3,4%, trascinato al ribasso dal crollo del mercato dovuto al fallimento della Silvergate Bank e, adesso, al rialzo dopo la ripresa di Bitcoin.

Anche se XRP non ha registrato la stessa performance delle altre crypto, il token ha ancora un futuro brillante davanti a sé, visto che Ripple attende una conclusione positiva della causa con la SEC.

Dagli indicatori sembra che XRP registri  prima o poi un rimbalzo, visto che la sua media mobile a 30 giorni (in rosso) è scesa significativamente al di sotto di quella a 200 giorni (in blu).

grafico prezzo ripple xrp

Anche l’indice di forza relativa di XRP (in viola) è sceso da 50 a quasi 40, indicando che è vicino all’ipervenduto. XRP, però, non ha ancora toccato il minimo, quindi la crypto potrebbe non avere una vera e propria ripresa fino a quando il suo RSI non raggiungerà 30 o meno.

Il motivo principale del brutto weekend di XRP è stato il crollo della Silicon Valley Bank, il cui fallimento non ha fatto altro che peggiorare la situazione creata dal crollo di Silvergate.

La negatività, però, non finisce qui, perché anche Signature Bank è stata chiusa durante il fine settimana, con le autorità di regolamentazione statali che domenica hanno chiuso l’istituto di credito con sede a New York. 

Visto che dopo le difficoltà di Silvergate alcuni exchange crypto si erano spostati su Signature, questo terzo fallimento sta creando problemi all’intero comparto blockchain. 

Ripple contro SEC: ultimi sviluppi in breve 

Le piccole vittorie ottenute negli ultimi tempi da Ripple si sono sommate agli altri sviluppi positivi registrati nell’ultimo anno, aumentando la sensazione che Ripple possa ottenere una sentenza o un accordo favorevole contro la SEC. 

Ad esempio, l’anno scorso il tribunale ha concesso a Ripple l’accesso a importanti e-mail della SEC, sostenendo al contempo il diritto della società di avvalersi di una “fair notice defense”.

Inoltre, con Brad Garlinghouse di Ripple che prevede la fine del caso quest’anno, potrebbe non passare molto tempo prima che XRP riceva il tipo di buone notizie che incoraggiano un rally significativo. 

Subito dopo il caso, infatti, possiamo aspettarci che XRP torni a salire fino a 0,5 dollari o addirittura oltre. Se anche il resto del mercato inizierà una ripresa, allora la crypto potrebbe persino superare il massimo storico di 3,40 dollari, toccato nel gennaio 2018. 

Si tratta di una possibilità concreta, visto che XRP ha perso il mercato rialzista del 2021 e che l’attività di Ripple continua ad andare bene nonostante il caso in corso.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS