HomeBlockchainPolkadot: in arrivo valute fiat e crypto della rete Stellar grazie al...

Polkadot: in arrivo valute fiat e crypto della rete Stellar grazie al bridge Spacewalk

Polkadot sarà presto collegata alle valute fiat e crypto di Stellar grazie al nuovo bridge Spacewalk, costruito dal recente vincitore di Pendulum, la parachain che collega DeFi ai mercati forex. 

Polkadot e il bridge Spacewalk per accedere alle valute fiat e crypto di Stellar

Polkadot ha annunciato il rilascio del nuovo bridge Spacewalk che la collega alla blockchain di Stellar, così da poter accedere alle valute fiat e stablecoin. 

“pendulum_chain ha rilasciato il bridge ‘Spacewalk’ che collega @StellarOrg con Polkadot. Questo ponte, incentrato sul trasferimento senza soluzione di continuità di fiat e stablecoin a Polkadot, espande la funzionalità cross-chain nello spazio dei pagamenti in criptovaluta. Per saperne di più:

Spacewalk live! Siamo entusiasti di rilasciare il nostro ponte che collega @StellarOrg con @Polkadot! Il duro lavoro dei nostri sviluppatori sta dando i suoi frutti – stiamo prendendo il volo su @amplitude_chain 

Esplora Spacewalk in questo articolo di @CoinDesk di @IanAllison123 

https://coindesk.com/business/2023/03/13/crypto-payments-specialist-stellar-bridges-fiat-and-stablecoins-to-polkadot/”

In pratica, la blockchain Stellar, che fin dalla sua nascita nel 2014 ha creato un’infrastruttura dedicata alle stablecoin e alla tokenizzazione di valute fiat, potrà essere collegata a Polkadot e alla sua rete gemella Kusama. 

Il tutto è possibile grazie ai collegamenti del nuovo Spacewalk bridge, costruito dal recente vincitore dell’asta di parachain di Polkadot, Pendulum, che mira a collegare le applicazioni di finanza decentralizzata (DeFi) con i mercati dei cambi (forex). 

A tal proposito, il co-fondatore e Chief Technology Officer di Pendulum, Torsten Stüber, ha detto:

 “Stellar ha una grande implementazione di stablecoin, oltre a rampe di accesso e di uscita in diversi Paesi per diversi tipi di valute fiat. Non credo che si possa trovare un’altra rete che abbia così tante valute fiat diverse tokenizzate sulla piattaforma”.

Polkadot accederà ai pagamenti crypto transfrontalieri attraverso anche MoneyGram

Lo Spacewalk bridge permetterà a Polkadot di accedere all’intera infrastruttura creata da Stellar, soprattutto quella relativa ai pagamenti transfrontalieri come la sua collaborazione con MoneyGram. 

A tal proposito, Stüber che è anche CTO di SatoshiPay, un’azienda di micropagamenti in criptovalute che ha una lunga storia di sviluppo su Stellar, ha voluto sottolineare che il nuovo bridge non si concentrerà sull’utilizzo di XLM, la crypto nativa di Stellar. Ma anzi, l’attenzione sarà rivolta sulle stablecoin e token fiat che esistono sulla blockchain di Stellar

E infatti, USD Coin (USDC) è già stata scelta come principale stablecoin che fluirà attraverso il bridge Spacewalk. USDC è anche il token che Stellar ha integrato con MoneyGram e altre aziende. 

Tomer Weller, vicepresidente del prodotto presso la Stellar Development Foundation, ha evidenziato una lista di token fiat che sono disponibili su Stellar e che presto potranno essere utilizzati anche da Polkadot. 

Tra i tanti ci sono già pesos argentini e i real brasiliani tokenizzati, oltre a uno scellino keniota, ad altre stablecoin africane e a un paio di stablecoin ancorate all’euro. A tal proposito,  Weller ha anche detto:

“In pratica ogni agente MoneyGram nel mondo è un punto di accesso alla rete Stellar. Gli utenti possono quindi trasferire le loro attività Stellar in contanti in più di 300.000 località in tutto il mondo. Possono anche accedere e passare dal contante alle criptovalute, e in particolare alle stablecoin, in un sottoinsieme più piccolo, che stiamo lentamente estendendo a un numero sempre maggiore di Paesi”.

Le performance di DOT: “To-the-moon and back”

Da inizio 2023, Polkadot (DOT) pare esser partita alla grande, con un pump di prezzo che lo ha portato quasi al raddoppio. E infatti, dai profondi 4$ di capodanno 2023, DOT è salito fino a sfiorare gli 8$ a metà febbraio, tornando poi però a scendere.

Sì, un vero e proprio “to-the-moon and back”. Al momento della scrittura, DOT vale 6,15$ e si trova in dodicesima posizione nella classifica crypto per capitalizzazione di mercato. Il marketcap totale di DOT supera oggi i 7 miliardi di dollari. 

Facendo un passo indietro, DOT era riuscita già a sopravvivere al calo generale di fine 2022 dovuto al collasso del crypto-exchange FTX che aveva influenzato negativamente tutto il settore crypto.

Un report ha riferito, infatti, che Polkadot (DOT) ha registrato degli aumenti nel Q4 2022, nonostante il calo del 31% della sua capitalizzazione di mercato. Si tratta delle entrate trimestrali che sono rimaste invariate e l’offerta di token DOT è aumentata come era da previsione. 

Non solo, la Web3 Foundation aveva comunicato anche che il token DOT, messo in discussione dalla SEC statunitense, è finalmente non considerato più come una security. 

Infine, l’analisi dei dati sulla Polkadot Relay Chain ha registrato un’impressionante crescita rispetto al Q3 2022, con account attivi giornalieri che sono aumentati del 64% e i nuovi account del 49%. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS