HomeCriptovaluteBitcoinPrevisioni per il prezzo di Bitcoin: prospettive interessanti

Previsioni per il prezzo di Bitcoin: prospettive interessanti

Non è mai facile fare previsioni riguardo i movimenti futuri del prezzo di Bitcoin, ma ci sono alcuni dati che fanno ben sperare. 

Non si tratta di dati sufficienti ad affermare che il prezzo di Bitcoin sia destinato a salire, ma se non altro rivelano uno scenario in cui un’eventuale salita sarebbe possibile. 

Sebbene non si possa quantificare con precisione quale sia la reale probabilità che il prezzo di Bitcoin possa continuare la salita iniziata a gennaio, in questo momento uno scenario del genere risulta essere perlomeno plausibile. 

Scenario attuale e scenari futuri: le previsioni sul prezzo di Bitcoin

Il valore di mercato non è altro che il prezzo a cui avvengono gli scambi, ovvero le compravendite. 

Tale prezzo dipende primariamente dal rapporto tra domanda ed offerta. Quando c’è equilibrio tra queste due forze i prezzi tendono a rimanere relativamente stabili, ovvero a lateralizzare. Ma se il rapporto si sbilancia verso la domanda, o verso l’offerta, il prezzo tende a muoversi. 

In particolare perchè si muova al rialzo è necessario che l’equilibrio si sposti a favore della domanda, e questo può accadere o per aumento della domanda stessa, o per riduzione dell’offerta, o per entrambe. 

In questo momento l’offerta sembra essere relativamente stabile. Quindi nel caso in cui si verificasse un significativo aumento della domanda, il prezzo potrebbe salire, qualora l’offerta continuasse a rimanere stabile. 

Stando all’ultimo report Bitfinex Alpha, il numero 47, confrontando l’offerta detenuta dagli holder a lungo termine (LTH) con quella detenuta da chi è stato attivo l’ultima volta un anno fa o più, si nota che la prima è in calo mentre la seconda è in costante aumento. 

Questo rivela che gli holder di lungo periodo in questo momento stanno vendendo, mentre coloro che hanno acquistato durante la bull run stanno comprando. 

L’interpretazione di questo fenomeno data dagli analisti di Bitfinex è che si tratta di un fenomeno positivo per il mercato crypto, poiché alimenta la domanda dei nuovi entranti. A ciò si aggiunge un’offerta relativamente stabile e limitata, indicando che in caso di aumento degli acquisti il prezzo in effetti potrebbe salire. 

Inoltre, i volumi settimanali del trading spot di Bitcoin hanno fatto registrare un picco la scorsa settimana, pari al livello più alto dalla metà del 2021. Quindi in caso di squilibrio verso la domanda, in questo momento ci sarebbero anche i volumi per poter immaginare come conseguenza un significativo aumento del prezzo. 

Sebbene non sia possibile prevedere se un aumento della domanda sia o meno alle porte, questi dati indicano chiaramente che uno scenario simile è tutt’altro che impossibile. 

Infatti gli ultimi arrivati sul mercato crypto, in particolare coloro che sono entrati durante l’ultima bull run, risulta che stiano continuando ad acquistare e detenere, rendendo possibile immaginare un eventuale aumento della domanda. 

I commenti degli analisti di Bitfinex

Gli analisti di Bitfinex hanno commentato i risultati del report aggiungendo che il mercato dei derivati la scorsa settimana ha visto il volume degli scambi di futures su Bitcoin avvicinarsi ai mille miliardi di dollari su diversi exchange, con l’open interest delle opzioni su Bitcoin salito a 12,14 miliardi di dollari. 

Hanno dichiarato: 

“Ciò suggerisce che gli investitori istituzionali partecipano sempre più al mercato, indicando che potremmo essere nelle prime fasi di un mercato rialzista. Anche se questa attività può sembrare allettante per gli investitori, è generalmente seguita da una crescente volatilità”. 

Quindi mettono in guardia investitori e speculatori dal fatto che, sebbene in teoria questo periodo potrebbe essere la prima fase di un mercato rialzista, potrebbe essere però caratterizzato anche da un aumento della volatilità. 

Pertanto potrebbe non trattarsi banalmente di un periodo di rialzo dei prezzi, ma un periodo di movimenti veloci e significativi dei prezzi che potrebbe alla fine concludersi con un aumento di fatto. 

Inoltre, sottolineano come il BTC Long-Term Holder (LTH) Spent Output Profit Ratio (SOPR) sta tornando ad un livello superiore a uno su più intervalli di tempo, indicando che gli scambi vengono effettuati con profitto. 

Aggiungono: 

“Il comportamento dei possessori di Bitcoin a lungo termine che vendono le loro monete durante le attuali condizioni di mercato è coerente con il precedente trend del bear market, il che è un segnale positivo per il mercato”. 

Si tratta solamente di segnali, che in teoria potrebbero anche essere smentiti da un momento all’altro. 

Tuttavia, il contesto generale in questo momento sembra positivo, come segnala anche il Fear & Greed Index che è rimasto in territorio nettamente positivo anche dopo il calo di ieri dovuto alle brutte notizie riguardanti Binance. 

Sembra pertanto che vi sarebbero le condizioni per un possibile aumento del prezzo di Bitcoin, a patto, però, che la domanda di BTC sul mercato aumenti. Per ora comunque tale aumento non c’è stato, e nulla assicura che ci sarà. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS