HomeNews dal MondoAzioni: anche Coinbase e Riot Blockchain in crescita quest'anno

Azioni: anche Coinbase e Riot Blockchain in crescita quest’anno

La piccola bull run di inizio 2023 del mercato crypto ha fatto bene anche al comparto azionario legato alle criptovalute, con ad esempio il prezzo delle azioni sia di Coinbase che di Riot Blockchain che è cresciuto. 

Le recenti performance delle azioni di Coinbase

Coinbase è sbarcata in Borsa ad aprile 2021, in piena bolla. 

Il prezzo iniziale era addirittura di circa 350$, ovvero un picco toccato nuovamente a novembre dello stesso anno, sempre in piena bolla. 

Il 2022, invece, è stato un anno da dimenticare, con un crollo addirittura del 91% dai massimi di novembre 2021. 

Il picco minimo è stato raggiunto tra fine dicembre ed inizio gennaio 2023, quando il prezzo delle azioni Coinbase era precipitato a circa 32$, ma poi c’è stato un bel rimbalzo. 

Praticamente l’andamento del titolo COIN al Nasdaq segue abbastanza da vicino quello del mercato crypto, con alcune differenze. 

Ad esempio, il prezzo massimo annuale Bitcoin lo ha fatto registrare pochi giorni fa, mentre il prezzo massimo annuale delle azioni Coinbase si è verificato ad inizio febbraio. 

In altre parole nei primi 30 giorni dell’anno Coinbase ha sovraperformato persino Bitcoin, con un clamoroso +177% che non a caso è poi stato seguito da una correzione. 

La correzione, però, non ha riportato il prezzo a 32$, ma poco sopra i 50$, per poi dare il via ad una nuova piccola bull run che lo ha riportato oltre gli 80$ dopo la metà di marzo. 

Tuttavia, i picchi di inizio febbraio e del 21 marzo non sono stati confermati, ed il prezzo delle azioni Coinbase in seguito è tornato sotto i 70$. 

Se, però, si confronta la performance complessiva da fine 2022 fino ad oggi, quella del prezzo delle azioni Coinbase risulta essere simile a quella del prezzo di Bitcoin.

In altre parole, il percorso sembra ancora decisamente simile, solo che paradossalmente il prezzo delle azioni Coinbase risulta essere molto più volatile di quello di Bitcoin. 

Analisi delle azioni Riot Blockchain

Il percorso del prezzo delle azioni di Riot Blockchain invece è stato leggermente differente, anche se in linea con quello dei mercato crypto. 

Va, però, specificato che il nome esatto con cui il titolo RIOT è quotato al Nasdaq ora è Riot Platforms, e non più Riot Blockchain. 

Il titolo RIOT è quotato in Borsa da ancora prima che nascesse Bitcoin, anche se ovviamente ai tempi non aveva nulla a che fare con la blockchain, che non esisteva ancora, o con il mercato crypto, ancora inesistente. 

Pertanto i confronti con quel lontano passato non hanno senso, ed è meglio limitarsi ad analizzare il suo andamento in borsa dal 2018 in poi. 

Curiosamente il picco massimo degli ultimi anni non lo ha toccato nè ad aprile/maggio 2021, nè a novembre, ma a febbraio. 

In altre parole la clamorosa bolla speculativa che si era formata sul prezzo di questo titolo, con un +2.300% in soli cinque mesi, è scoppiata ben prima che scoppiasse quella che si è gonfiata nel 2021 sul mercato crypto

Da notare che il 2022 per RIOT è stato un anno pessimo, con un crollo da 79$ a 3$, ma il prezzo non è mai sceso sotto il livello di partenza di 2,5$ di ottobre 2020. Anzi, nel corso del 2020 era sceso persino a 0,5$, quindi rispetto al 2022 il 2022 non è stato per nulla pessimo. 

D’altronde la bolla speculativa che si è gonfiata tra novembre 2020 e febbraio 2021 su questo titolo è stata davvero esagerata, tanto che ciò che è accaduto al prezzo di Riot nel 2022 è stato assolutamente naturale. 

Il 2023 si è aperto con un prezzo di circa 3,5$, ma da quel livello praticamente non ha fatto altro che crescere. 

A metà gennaio era risalito sopra i 6$, mentre poco dopo la metà di marzo era risalito anche sopra i 9$. 

Il picco massimo annuale lo ha fatto registrare durante la seduta di ieri, a più di 14$. In altre parole da inizio anno è cresciuto più del 300%. 

In altre parole la parabola è stata molto simile a quella del prezzo di Bitcoin, solo molto più accentuata. 

Così come per Coinbase, si tratta di un titolo che segue l’andamento del mercato crypto, ma con una volatilità ancora maggiore.

In questo specifico caso la volatilità è decisamente molto accentuata, più di Coinbase, e l’andamento nel corso dei mesi è molto più simile a quello di Bitcoin di quanto non lo sia quello di COIN. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS