HomeCriptovaluteBitcoinIl prezzo di Bitcoin (BTC) ha raggiunto un "punto decisionale"

Il prezzo di Bitcoin (BTC) ha raggiunto un “punto decisionale”

Secondo una recente analisi di Checkmate, il principale analista on-chain di Glassnode, Bitcoin (BTC) è arrivato a un punto critico della sua traiettoria di prezzo. 

Mentre il mercato fatica a mantenere il suo slancio verso l’alto e affronta le previsioni di ribasso dei prezzi, l’attenzione si sta rivolgendo ai detentori a breve termine (STH) e alla loro potenziale influenza sul futuro movimento dei prezzi del Bitcoin. 

In questo articolo approfondiremo le metriche chiave evidenziate dall’analisi di Checkmate, facendo luce sullo stato attuale del mercato e sulle implicazioni per i tori del Bitcoin.

Il punto decisionale del prezzo del Bitcoin (BTC)

Checkmate afferma che il Bitcoin si trova attualmente in un “punto di decisione”, con le azioni dei detentori a breve termine che giocano un ruolo fondamentale nel determinare il corso di questa correzione. 

I detentori a breve termine sono definiti come soggetti che detengono monete per 155 giorni o meno, e il loro comportamento fornisce preziose indicazioni sul sentimento del mercato e sul potenziale movimento dei prezzi.

Analisi delle metriche dei detentori a breve termine

  • Valore di mercato STH e valore realizzato (STH-MVRV): Questa metrica confronta il valore delle monete movimentate dai detentori a breve termine con il loro valore come porzione della capitalizzazione complessiva del mercato Bitcoin. Attualmente a 1,022, una lettura di 1,0 corrisponde a un prezzo spot del BTC di circa 26.500 dollari. Durante i mercati rialzisti, questo livello dovrebbe fungere da supporto psicologico, richiedendo un rapido recupero per giustificare ulteriori movimenti al rialzo.
  • Short-Term Holder Spent Output Profit Ratio (STH-SOPR): L’STH-SOPR misura la redditività degli output spesi e indica l’equilibrio tra profitti e perdite tra i detentori a breve termine. Con un rapporto attualmente inferiore a 1,0, suggerisce una “dominanza delle perdite” e richiede la partecipazione di acquirenti in picchiata per innescare potenzialmente un rimbalzo FOMO (Fear of Missing Out).
  • Rapporto profitti/perdite realizzati dai detentori a breve termine: Questa versione del SOPR tiene conto del volume e valuta la redditività delle transazioni dei detentori a breve termine. Sebbene al momento non sia in una fase ribassista, un periodo prolungato al di sotto di 1,0 potrebbe portare il rapporto in territorio ribassista, indicando una potenziale correzione più profonda.
  • Momentum del rapporto profitti/perdite realizzati dai detentori a breve termine: Questa metrica tiene conto dei rapidi cambiamenti nel regime e nella tendenza del mercato per quanto riguarda la redditività dei detentori a breve termine. Con l’arretramento del momentum dalla fase “verde”, in atto dal gennaio 2023, è un segnale precoce che indica l’imminenza di una correzione più profonda.

L’urgenza di agire

L’analisi di Checkmate evidenzia l’urgente necessità di azione da parte degli hodler di Bitcoin, che attualmente mostrano un senso di dormienza e riluttanza a spendere le loro monete. 

Mentre i tori del Bitcoin aspirano a prezzi più alti e a una continuazione della tendenza al rialzo, la passività degli hodler rappresenta una sfida per il raggiungimento di questi obiettivi.

Gli hodler, noti anche come detentori o investitori a lungo termine, svolgono un ruolo cruciale nel mercato delle criptovalute

La loro decisione di tenere il Bitcoin o di impegnarsi attivamente nella compravendita può influenzare in modo significativo le dinamiche di mercato e i movimenti dei prezzi. 

Quando gli hodler partecipano attivamente al mercato, generano un senso di fiducia e di slancio, che può attrarre ulteriore interesse e investimenti da parte di altri partecipanti.

Tuttavia, l’attuale stato di inattività degli hodler in prossimità dei massimi storici solleva preoccupazioni circa la sostenibilità degli attuali livelli di prezzo. 

Ciò suggerisce una mancanza di convinzione o di volontà di assumersi dei rischi, che potrebbe minare il sentimento generale del mercato. 

Affinché il Bitcoin mantenga la sua traiettoria ascendente e stabilisca una solida base, è essenziale un maggiore coinvolgimento degli hodler.

Un maggiore impegno da parte degli hodler può contribuire a generare uno slancio verso l’alto in diversi modi. In primo luogo, partecipando attivamente alle attività di trading, gli hodler possono fornire liquidità al mercato, facilitando le transazioni e la scoperta dei prezzi. Questa liquidità aumenta la stabilità e l’efficienza complessiva del mercato, rendendolo più interessante per gli operatori e gli investitori.

Analisi e conclusioni sul prezzo attuale di Bitcoin (BTC)

Il Bitcoin sta affrontando un momento cruciale nella sua azione di prezzo, con le azioni dei detentori a breve termine che dovrebbero avere un impatto significativo sulla direzione del mercato. 

Mentre gli analisti della catena monitorano attentamente le metriche chiave come STH-MVRV, STH-SOPR e i rapporti di profitto/perdita realizzati dai detentori a breve termine, l’attenzione si concentra sui potenziali ritracciamenti all’interno del più ampio mercato toro del 2023. 

I tori del Bitcoin devono dimostrare il loro impegno e il loro coinvolgimento nel mercato per sostenere e giustificare la continuazione del rialzo dei prezzi. 

Con l’evoluzione del mercato delle criptovalute, le decisioni prese dai partecipanti al mercato, sia dai detentori a breve termine che dagli investitori di lunga data, determinano la traiettoria futura del Bitcoin.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS