HomeDeFiCrypto news: il liquid staking sfiora il suo massimo storico

Crypto news: il liquid staking sfiora il suo massimo storico

Una crypto news di oggi riguarda il settore del liquid staking che è tornato a sfiorare il massimo storico, dopo un’impennata di 15 miliardi di dollari. 

Le modifiche apportate alla blockchain di Ethereum hanno contribuito a tale successo. 

Crypto news: gli asset nei protocolli di liquid staking sono aumentati del 292% dal 2022

Tra le crypto news di oggi non può mancare il record del settore di liquid staking che è tornato a sfiorare il suo massimo storico. 

“Una parte del settore delle criptovalute – il liquid staking – si è scrollata di dosso un prolungato crollo degli asset digitali per arrivare a sfiorare i massimi storici.”

In pratica, gli asset nei protocolli di liquid staking sono aumentati del 292% dal 2022, registrando un’impennata di 15 miliardi di dollari. 

Si tratta di quel settore che vede l’attività di staking, e cioè quella in cui si puntano dei token per contribuire al funzionamento delle blockchain, in cambio di ricompense. 

Nel complesso, DefiLlama ha mostrato che il valore totale delle crypto bloccate in tali servizi di liquid staking è balzato del 292% a 20 miliardi di dollari dal minimo del giugno 2022, quando si era “nell’inverno crypto”.

Nonostante i vari crolli crypto dovuti al collasso del crypto-exchange FTX e della stablecoin TerraUSD, oggi il settore del liquid staking è tornato vicino ai massimi storici. 

A contribuire a tale salita, inoltre, ci ha pensato la blockchain di Ethereum, col suo passaggio da Proof-of-Work a Proof-of-Stake, avvenuto a metà settembre 2022. 

Crypto news: il liquid staking impenna anche grazie alla blockchain di Ethereum

Una delle blockchain protagoniste di questa impennata del settore del liquid staking, è Ethereum.

E infatti, le persone che bloccano i token Ether per contribuire al funzionamento di Ethereum, guadagnano attualmente l’equivalente di circa il 4% annuo sotto forma di altre monete. Anche le blockchain rivali, come Solana e Cardano, offrono ricompense per lo staking.

Nel caso di Ethereum, poi, Steve Berryman, chief business officer del fornitore di servizi di staking Attestant, ha calcolato un aumento di quasi il 40% del numero di validatori, dopo il miglioramento della rete avvenuto ad aprile. 

Con validatori, si intende infatti tutti i partecipanti della rete Ethereum che mettono in staking i loro Ether per aiutare ad approvare le transazioni sulla blockchain. 

Ad ogni modo, Lido è ora il più grande servizio di DeFi in base ai 14 miliardi di dollari di asset bloccati sulla piattaforma. Il token nativo di Lido è salito del 60% quest’anno, superando l’aumento del 27% in un indicatore delle maggiori 100 crypto. 

Le preoccupazioni su una possibile centralizzazione di Lido Finance

A inizio di settembre, la crypto-community ha mostrato preoccupazioni riguardo la crescita di potere di Lido Finance nel mercato del liquid staking. 

In pratica, il timore degli appassionati di Ethereum e della DeFi, è proprio che il leader indiscusso di liquid staking di Ethereum, possa portare il meccanismo a una centralizzazione della rete. 

E di fatto, a inizio di questo mese, Lido vantava di un TVL di 14,117 miliardi di dollari, con ben 8.551.078 ETH delegati, 267.000 validatori e un marketshare del 32,4%. 

Per quanto riguarda il liquid staking di Ethereum, dopo Lido, ci sono Coinbase con l’8,6% di marketshare, Binance con il 4,52% e Figment col 4,13%. 

Vista tale supremazia di Lido, i protocolli crypto competitor come Rocket Pool, StakeWise, Stader Labs, Diva Staking e Puffer Finance, si sono mobilitati per garantire che nessuno di loro possiederà più del 22% di quote di mercato nello staking di Ethereum. 

Al contrario di queste scelte, però, Lido decide invece di proseguire per la sua strada, affermandosi come principale protocollo crypto della DeFi. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS