HomeAIBanca Sella annuncia 7 progetti finalisti dell’Artificial Intelligence Business Incubator

Banca Sella annuncia 7 progetti finalisti dell’Artificial Intelligence Business Incubator

Banca Sella ha annunciato i 7 progetti finalisti del suo programma di incubazione sull’Intelligenza Artificiale: “Artificial Intelligence Business Incubator”.

Tutte le 72 startup partecipanti hanno esposto i loro progetti basati su tecnologie AI applicate al settore della finanza. 

Banca Sella e il suo programma Artificial Intelligence Business Incubator

Banca Sella ha lanciato lo scorso giugno la sua iniziativa internazionale, chiamata Artificial Intelligence Business Incubator, che ha coinvolto ben 72 startup provenienti da 14 Paesi del mondo. 

In pratica, tra i partecipanti ci sono stati startup, ricercatori, team imprenditoriali, spin-off universitari e aziende con progetti basati su tecnologie AI applicate all’industria dei servizi finanziari. 

I loro progetti hanno sviluppato soluzioni applicabili a processi e prodotti bancari e finanziari, utilizzando l’Intelligenza Artificiale, come il deep learning, machine learning, modelli generativi e synthetic data. 

L’Artificial Intelligence Business Incubator è stato realizzato insieme a dpixel – il Venture Incubator del gruppo Sella – con il supporto del Fintech District. 

Nello specifico, i 72 partecipanti iniziali che hanno proposto i loro progetti AI per la finanza provenivano 27 dall’Italia, 6 dagli USA, 5 dal Regno Unito, 4 dall’India, 3 dalla Germania. Non solo, le restanti domande presentate provenivano anche da Singapore, Argentina, Brasile, Israele, Irlanda, Nigeria e Polonia.

Banca Sella: chi sono i 7 progetti finalisti del programma Artificial Intelligence Business Incubator?

In questi giorni, la commissione di esperti di Banca Sella, dpixel e del Fintech District, ha così selezionato i 7 progetti finalisti del programma Artificial Intelligence Business Incubator. 

Nella lista, ci sono ben 5 progetti italiani come Dedalo AI, un’azienda che fornisce un software di ottimizzazione energetica attraverso analisi e monitoraggio di energia e delle emissioni CO2. Ellycode, poi, ha sviluppato una piattaforma che consente agli utenti di interagire e analizzare i dati attraverso un’esperienza utente basata sul linguaggio naturale.

Eoliann ha sviluppato delle API che, a partire dall’analisi di qualsiasi indirizzo geografico, prevedono la probabilità di disastri naturali, la loro intensità e il loro impatto in un determinato luogo esatto.

Plino, invece, ha utilizzato l’AI per rendere più semplice e veloce il monitoraggio del controllo di gestione, come costi, ricavi e andamento dei margini. Mentre, WiseLoop ha sviluppato un assistente alle vendite alimentato dall’intelligenza artificiale che lavora su diversi touch-point, come CRM, social network ed e-mail, per aumentare e rendere più efficienti le prospettive di vendita.

I restanti due progetti sono poi l’azienda israeliana Lawpera, che ha sviluppato un’applicazione web che, grazie al suo chatbot legale, automatizza il processo di creazione e analisi di documenti legali e contratti. Mentre, Legal-Phytia del Regno Unito, che ha sviluppato un software di ricerca sul web che utilizza Explainable AI per organizzare, categorizzare e recuperare automaticamente i dati, in particolare le informazioni legali.

Questi 7 progetti entreranno ora nel “periodo sprint”, un percorso di coaching che prevede la partecipazione a masterclass, sessioni di mentorship individuale e consulenza tecnica. Non solo, presso il Salone dei Pagamenti di Milano a novembre, ci sarà anche un “Demo Day”, dove verranno presentati e riconosciuti i finalisti come progetti dell’ecosistema del Gruppo Sella. 

L’iniziativa sul metaverso

Banca Sella non è nuova nelle iniziative che coinvolgono le tecnologie più emergenti. E infatti, a luglio 2023, Banca Sella aveva lanciato il suo nuovo programma di accelerazione internazionale basato sul metaverso. L’obiettivo è ampliare i suoi interessi nel settore del Web3.

Anche qui, è stato coinvolto il Venture Incubator dpixel di Sella per identificare e sostenere le startup innovative nel campo della finanza applicata al metaverso. 

In particolare, il metaverso Web3 scelto dal programma di Banca Sella, prevede l’utilizzo di tecnologie native decentralizzate e di protocolli blockchain. 

Chiamato “Metaverse 4 Finance”, l’iniziativa vuole accelerare lo sviluppo di startup in grado di portare vantaggi del Web3 alle imprese. Per fare un esempio, si parla di ottimizzazione dell’infrastruttura, miglioramento dell’esperienza utente e fornitura di soluzione “as-a-service” per rinnovare le app tradizionali. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS