HomeCriptovaluteRapporto Nansen: i portafogli FTX e Alameda Research spostano 8,6 milioni di...

Rapporto Nansen: i portafogli FTX e Alameda Research spostano 8,6 milioni di dollari in crypto su Binance

In un recente episodio, Nansen, un importante fornitore di analisi on-chain, ha fatto luce su una serie di intriganti transazioni di crypto provenienti dai portafogli FTX e Alameda Research, ora gestiti dai creditori di FTX. 

È stato osservato che un’impressionante somma di 8,6 milioni di dollari in beni digitali è stata trasferita a un indirizzo affiliato a Binance, la più grande borsa di criptovalute al mondo per volume di scambi.

Analisi del trasferimento di asset crypto per 8,6 milioni di dollari su Binance da parte di FTX

Un’analisi dettagliata dei dati sulla catena ha rivelato che gli indirizzi di criptovaluta collegati a FTX e Alameda Research erano coinvolti nel movimento di 8,6 milioni di dollari. Questi portafogli contenevano una serie di asset, tra cui LINK, AAVE, MKR ed ETH. 

Nansen, rinomata per la sua dedizione all’intelligence e all’analisi della blockchain, ha documentato meticolosamente questa transazione.

La ripartizione degli asset spostati ha rivelato un significativo rimescolamento dei fondi: 2,2 milioni di dollari in Chainlink (LINK), 1 milione di dollari in Aave (AAVE), 2 milioni di dollari in token Maker (MKR) e 3,4 milioni di dollari in Ethereum (ETH). 

È essenziale notare che questo movimento non è stato trascurato, poiché il robusto sistema di monitoraggio di Nansen lo ha rilevato rapidamente.

Il viaggio di questi fondi è avvenuto in due fasi. Inizialmente sono stati trasferiti a un indirizzo prima di finire in un portafoglio controllato da Binance. Nansen ha ipotizzato che il motivo di questo trasferimento fosse probabilmente la vendita di questi asset o la preparazione di una vendita.

È notevole che tra gli asset trasferiti, Ethereum (ETH) sia stato l’unico a figurare nella top ten delle criptovalute liquide di FTX, riconosciuta per il suo valore e la sua liquidità. 

Questo elenco esclusivo comprende nomi importanti come Solana (SOL), Bitcoin (BTC), Tether (USDT) e Aptos (APT), tra gli altri.

Lo svolgimento della saga

Questa serie di eventi si è sviluppata a seguito di un precedente incidente in cui un hacker FTX ha astutamente reindirizzato decine di milioni di dollari in fondi di criptovaluta verso applicazioni di finanza decentralizzata (DeFi) nel tentativo di nascondere le proprie azioni. 

Questa mossa ha spinto Thorswap, una piattaforma di scambio decentralizzato (DEX), a implementare prontamente ulteriori misure di sicurezza per contrastare le tattiche criminali.

Il fatto che l’hacker abbia sfruttato Thorswap e altre piattaforme DeFi per le tecniche di offuscamento ha lasciato la comunità crittografica e gli osservatori in uno stato di speculazione. L’obiettivo finale e l’identità dell’hacker rimangono poco chiari.

Anche se non è stato confermato ufficialmente, si ritiene che il trasferimento di 8,6 milioni di dollari in criptovalute da parte dei creditori di FTX sia stata una mossa strategica con l’intenzione di vendere. 

In un recente sviluppo, i debitori di FTX hanno anche puntato una quantità significativa di Solana (SOL) in previsione di raccogliere i frutti associati alla puntata per le loro partecipazioni esistenti.

Sam Bankman-Fried vuole testimoniare

Il fondatore di FTX Sam Bankman-Fried ha preso una decisione importante nel processo penale in corso. 

Il suo team di difesa ha annunciato durante una teleconferenza di mercoledì che intende testimoniare direttamente ai giurati nel tentativo di dimostrare la sua innocenza e smentire le accuse di frode o di associazione a delinquere finalizzate alla frode che gli sono state rivolte in relazione al crollo del suo exchange di criptovalute. 

Questa decisione segna un momento cruciale nel processo e Bankman-Fried dovrebbe iniziare a testimoniare già giovedì.

Sulla scia del drammatico crollo di FTX, Bankman-Fried ha espresso il suo punto di vista. Ha concesso interviste ai giornalisti, ha lanciato una newsletter Substack e ha utilizzato i social media per chiarire le circostanze del crollo della sua borsa. 

Tuttavia, il processo ha visto una rappresentazione contrastante degli eventi da parte degli addetti ai lavori di FTX, che hanno testimoniato che Bankman-Fried ha svolto un ruolo centrale nelle presunte attività fraudolente della borsa di criptovalute.

Durante la teleconferenza, il team di difesa di Bankman-Fried ha rivelato l’intenzione di chiamare solo un piccolo numero di testimoni a sostegno del suo caso, tra cui l’esperto di servizi finanziari Joseph Pimbley di PF2 Securities e potenzialmente un avvocato delle Bahamas.

Da parte dell’accusa, si prevede di concludere rapidamente le presentazioni dei testimoni, con un solo altro testimone, l’agente dell’FBI Mark Troiano, che dovrebbe deporre.

La decisione di Bankman-Fried di testimoniare segue diverse settimane di argomentazioni dell’accusa secondo cui avrebbe frodato i clienti di FTX e gli investitori di Alameda Research, oltre a cospirare con i colleghi dirigenti per nascondere le sue azioni e continuare ad abusare dei fondi. 

In un documento separato, la difesa ha chiesto l’autorizzazione a introdurre prove che dimostrino l’incoerenza dei testimoni chiave nelle loro dichiarazioni agli investigatori prima delle loro apparizioni in tribunale.

Questa tendenza di imputati di alto profilo a testimoniare in propria difesa è stata notata nei casi di crimini dei colletti bianchi. 

Si ritiene che le giurie siano sempre più propense a ricercare l’imputato durante il processo, nonostante le istruzioni giudiziarie contrarie. 

La testimonianza di Bankman-Fried avrà un ruolo cruciale nel determinare l’esito del processo, in quanto l’accusa deve dimostrare la sua colpevolezza oltre ogni ragionevole dubbio, mentre la difesa mira a stabilire la sua innocenza secondo lo stesso standard.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS