HomeCriptovaluteBitcoinGrayscale in trattative con la SEC per i dettagli dell’ETF Bitcoin

Grayscale in trattative con la SEC per i dettagli dell’ETF Bitcoin

Di recente, Grayscale ha tenuto una sessione di discussione con la SEC per esaminare gli aspetti legati all’Exchange Traded Fund (ETF) basato su Bitcoin. 

Nell’incontro, dirigenti e legali di Grayscale hanno esplorato la possibilità di apportare modifiche alle regole per consentire la quotazione del Grayscale Bitcoin Trust (GBTC). Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

I dirigenti Grayscale collaborano con la SEC per la quotazione dell’ETF su Bitcoin

Come anticipato, i dirigenti di Grayscale, gestore di criptovalute, hanno recentemente partecipato a un incontro con la Securities and Exchange Commission (SEC) per esaminare i dettagli del loro principale trust Bitcoin. 

Ricordiamo che l’azienda sta perseguendo l’obiettivo di convertire questo trust in un Exchange-Traded Fund (ETF) spot su Bitcoin.

Secondo una nota della SEC datata 20 novembre, i dirigenti, tra cui il CEO Michael Sonnenshein, il capo legale Craig Salm e il capo dell’ETF Dave LaValle, insieme a rappresentanti legali di Davis Polk, si sono riuniti con la divisione di trading e mercati della SEC. 

Le discussioni si sono concentrate sulla proposta di modifiche delle regole presentata da NYSE Arca, Inc. per quotare e scambiare azioni del Grayscale Bitcoin Trust (BTC) in conformità con la NYSE Arca Rule 8.201-E.

Inoltre, Grayscale ha annunciato di aver siglato un contratto di agenzia di trasferimento e servizio con BNY Mellon. Questa banca agirà da agente per il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), facilitando l’emissione e il rimborso delle azioni e gestendo i conti degli azionisti.

Analisti ottimisti sul futuro della quotazione GBTC su NYSE Arca

L’analista ETF di Bloomberg, James Seyffart, ha sottolineato che la divisione trading e mercati della SEC è responsabile di approvare o negare i 19b-4, il modulo utilizzato per informare la SEC di una proposta di modifica delle regole da parte di un’organizzazione di autoregolamentazione.

Inoltre, il presidente di ETF Store, Nate Geraci, ha evidenziato che il termine “uplisting” è stato utilizzato per definire la ‘conversione’ di GBTC, sottolineando che non indica alcun problema con la conversione in ETF. 

Geraci ha suggerito che Grayscale potrebbe dominare la categoria di ETF se riuscirà a quotare GBTC su NYSE Arca contemporaneamente agli altri emittenti che lanciano ETF spot su BTC, competendo efficacemente sulle commissioni.

Ricordiamo che Grayscale ha presentato a ottobre alla SEC una dichiarazione di registrazione del modulo S-3, esprimendo l’intenzione di quotare le azioni di GBTC sul NYSE Arca con il simbolo GBTC. 

Nel frattempo, una corte d’appello degli Stati Uniti ha ordinato alla SEC di rivedere la sua decisione di respingere l’offerta di Grayscale di convertire il GBTC in un ETF spot. 

Grayscale, come sappiamo, è in competizione con altri importanti gestori patrimoniali, tra cui BlackRock e Fidelity, per l’approvazione degli ETF spot su Bitcoin presso la SEC. 

Seyffart ha sottolineato che le probabilità di approvazione sembrano rimanere stabili, con una stima del 90% di possibilità che un ETF venga approvato entro il 10 gennaio 2024.

L’analisi di Grayscale in merito all’elezione di Javier Milei in Argentina 

La recente ascesa del leader libertario Javier Milei alla presidenza dell’Argentina potrebbe innescare un cambiamento significativo nell’approccio del paese alle criptovalute, secondo un’analisi di Grayscale. 

In particolare, le audaci proposte di Javier Milei per riformare la politica monetaria e addirittura chiudere la Banca Centrale dell’Argentina stanno aprendo la strada a potenziali conseguenze nell’ambito finanziario tradizionale e delle criptovalute.

Infatti, vediamo che, dopo il trionfo di Milei nella corsa alla leadership della seconda economia del Sud America, il valore del Bitcoin ha raggiunto il suo apice in oltre un anno e mezzo, attestandosi quasi a 38,000 dollari. 

Sottolineiamo infatti che la visione unica del politico sull’utilizzo del Bitcoin come “restituzione del denaro al settore privato” potrebbe ridefinire il panorama economico argentino.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS