HomeDeFiCrypto sondaggio Haven1: la diffidenza verso il trading attivo scoraggia più del...

Crypto sondaggio Haven1: la diffidenza verso il trading attivo scoraggia più del 50% degli utenti DeFi

Haven1: una percentuale superiore al 50% degli utenti crypto nel mondo DeFi manifesta cautela nei confronti del trading attivo. 

Secondo un sondaggio condotto da Haven1, i rischi associati alla DeFi costituiscono un deterrente per gli investitori di criptovalute interessati a esplorare l’ecosistema Web3. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Gli utenti crypto in difficoltà nel mondo DeFi: i dettagli del sondaggio di Haven1

Come anticipato, un’indagine condotta dalla blockchain Layer1 Haven1 ha rivelato che, nonostante il 61% degli intervistati si sia avvicinato alla finanza decentralizzata (DeFi) per ottenere maggiore controllo sui propri beni, solo il 53% ha spinto oltre lo scambio di beni sulle borse decentralizzate (DEX).

Le principali ragioni citate per la mancata sperimentazione dei servizi DeFi includono la scarsa familiarità con le DEX e le preoccupazioni per la sicurezza, evidenziando le sfide ancora presenti nell’agevolare un’interazione più facile e sicura con l’ecosistema on-chain.

Nel novembre 2023, la società madre di Haven1, Yield App, ha condotto un sondaggio tra gli utenti per conto della nuova e innovativa blockchain. 

Sebbene il 91% degli intervistati abbia dichiarato di possedere asset crittografici, solo la metà ha confessato di impegnarsi nel trading attivo.

La maggioranza (61%) ha espresso l’attrazione verso il Web3 per la sua capacità di supportare la vera proprietà degli asset crittografici. 

Tuttavia, solo il 53% ha dichiarato di aver preso in prestito o prestato un asset crittografico, mentre solo il 54% ha acquistato un NFT.

L’obiettivo: rivoluzionare il Web3 con sicurezza e facilità d’uso

Jeff Owens di Haven 1, che lancerà la sua catena e il suo token nel nuovo anno, ha sottolineato che il sondaggio riflette l’amore degli utenti per la libertà di controllare la propria ricchezza e l’interesse nel fare trading senza dipendere da borse centralizzate. 

Allo stesso tempo, ha evidenziato le preoccupazioni legate ai rischi di sicurezza della DeFi e alla mancanza di adeguate salvaguardie in caso di imprevisti.

I risultati del sondaggio si allineano con quelli di un’indagine di YouGov sulla consapevolezza del Web3, sottolineando un divario tra la consapevolezza delle criptovalute e la comprensione pratica delle tecnologie Web3.

Haven1, con la sua blockchain Layer1, mira a superare queste sfide offrendo facilità d’uso e sicurezza. 

La catena include caratteristiche integrate di sicurezza, come verifiche obbligatorie degli smart contract e identità verificabili a livello di portafoglio. 

Queste funzionalità, uniche nel loro genere per una blockchain Layer1, mirano a creare un ambiente sicuro per favorire l’adozione di massa e creare un ponte tra Web2 e Web3.

Focus sul mercato dei giochi blockchain e Web3 

Per quanto riguarda il versante dei giochi, vediamo che, in base al recente report di Binance Research, il mercato dei giochi blockchain ha generato entrate pari a 7.8 miliardi di dollari nel corso del 2023. 

Nello specifico, ha anticipato una prospettiva di crescita a un tasso annuo composto del 70.3%, proiettato a superare i 22 miliardi di dollari entro il 2025. 

Nonostante questi impressionanti risultati, è essenziale considerare che il settore si trovava ancora nelle fasi iniziali del suo sviluppo.

Come evidenziato dai grafici, infatti, i ricavi dei giochi blockchain rappresentavano solo una frazione di quelli del tradizionale settore dei videogiochi. 

Ad esempio, per ogni 1000 giocatori su Minecraft, il videogioco più venduto di sempre, c’era solamente un giocatore attivo su Alien Worlds, uno dei giochi blockchain più popolari.

Gli sviluppatori di giochi on-chain hanno scommesso sui benefici relativi rispetto alle controparti tradizionali per incentivare l’adozione. 

Nonostante la sfida, i giochi blockchain hanno mantenuto una leadership nel panorama delle app decentralizzate (dApp), conquistando il 33% del mercato delle dApp con circa 1.16 milioni di utenti unici attivi. 

Inoltre, con circa 10.33 milioni di transazioni, hanno superato anche la categoria della finanza decentralizzata, diventando il verticale dApp più trafficato.

Tuttavia, dietro questi segnali positivi si nasconde una realtà amara. 

AMBCrypto ha infatti recentemente segnalato che tre giochi on-chain su quattro degli ultimi cinque anni hanno registrato un fallimento, mantenendo un tasso di insuccesso del 70% anche nel 2023.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS