HomeAILe previsioni di Nansen sull’AI ed il mondo crypto

Le previsioni di Nansen sull’AI ed il mondo crypto

Nel dinamico regno delle crypto, la sinergia tra l’AI di Nansen e le previsioni di mercato inaugura una nuova era di possibilità. 

Dagli agenti AI autonomi alle verifiche crittografiche, questa esplorazione svela le complessità tecniche che stanno plasmando il futuro della finanza decentralizzata.

Nansen e previsioni sulle crypto: la convergenza tra AI e tecnologia blockchain

L’intersezione tra l’intelligenza artificiale (AI) e la tecnologia blockchain preannuncia un’era di trasformazione nello spazio delle criptovalute. 

In mezzo alla natura ciclica del mercato, l’integrazione dell’IA presenta possibilità senza precedenti, spingendoci in un’epoca definita dai progressi tecnologici. 

In questa esplorazione, approfondiamo la convergenza tra l’IA di Nansen e le previsioni sulle criptovalute, scoprendo le complessità degli agenti IA, della verifica crittografica e degli incentivi basati sui token.

Gli agenti di IA rappresentano una sintesi fondamentale di IA e blockchain, superando i confini convenzionali dei task bot deterministici. 

Questi agenti operano ora in modo autonomo, rivoluzionando le prestazioni della blockchain e ampliandone i casi d’uso. L’immaginazione di un futuro in cui gli agenti di IA emergono come utenti principali della blockchain non è inverosimile. 

La loro capacità di elaborare transazioni, salvaguardare oggetti di valore e facilitare lo scambio di valore li rende componenti indispensabili dell’ecosistema blockchain.

Nella relazione simbiotica tra IA e blockchain, la verifica crittografica è un elemento fondamentale. Distinguere tra entità umane e IA diventa imperativo e la blockchain lo facilita attraverso meccanismi di prova crittografica. 

Le firme digitali, generate con chiavi private e convalidate attraverso chiavi pubbliche, esemplificano questo processo di autenticazione.

Inoltre, l’integrazione di IPFS e Merkle Trees assicura l’integrità dei set di dati e dei modelli di IA. 

Questo approccio garantisce la conservazione dell’integrità dei contenuti, con qualsiasi alterazione che comporta l’aggiornamento delle Merkle Trees, un robusto meccanismo di verifica. 

Inoltre, l’apprendimento automatico a conoscenza zero (zkML) dimostra crittograficamente l’autenticità dei modelli di intelligenza artificiale senza divulgare dettagli sensibili.

Tuttavia, è fondamentale riconoscere i potenziali limiti. Alcuni modelli crittografici possono essere addestrati e ottimizzati fuori dalla catena utilizzando l’IA.

 La domanda sorge spontanea: se i modelli crittografici dell’IA raggiungono prestazioni ottimali, potrebbero manipolare le prove a conoscenza zero o altre verifiche crittografiche?

Incentivi basati sui token: catalizzare le funzionalità autonome dell’IA

Gli incentivi basati su gettoni emergono come un fattore chiave per l’autonomia dei modelli di IA. Questi incentivi servono a premiare gli agenti e i modelli di IA quando ottengono prestazioni ottimali. 

Questo approccio non solo favorisce un ecosistema autosufficiente, ma allinea anche gli interessi delle entità di IA con gli obiettivi più ampi della rete blockchain.

Il panorama cripto-nativo vede l’ascesa di token e progetti come Bittensor (TAO) e Autonolas (OLAS), oltre ad altri progetti al confine tra AI e blockchain. 

Gettoni degni di nota come FET e AGIX si distinguono come pionieri nel regno delle monete AI a più alta capitalizzazione. 

La resilienza e la sovraperformance dei token dei progetti AI, anche durante le fasi di ribasso del mercato, sottolineano la crescente fiducia e lo slancio nella convergenza tra AI e blockchain.

Mentre l’attenzione attuale si concentra sull’espansione dell’infrastruttura di IA, si prevede un cambiamento di paradigma. 

La traiettoria punta a dare priorità alle applicazioni orientate al consumatore che sfruttano le strutture tecnologiche esistenti. 

La sfida non sta solo nel potenziare l’infrastruttura, ma anche nell’identificare i beneficiari e gli utenti finali che raccoglieranno i frutti di queste applicazioni innovative.

In conclusione, la convergenza dell’IA di Nansen e delle previsioni sulle criptovalute incarna un’epoca innovativa nel panorama delle criptovalute

Dall’autonomia degli agenti AI alle verifiche crittografiche e agli incentivi basati sui token, questa sinergia ci proietta in un’era in cui AI e blockchain si fondono per ridefinire i confini delle possibilità. 

Mentre navighiamo in questo territorio inesplorato, l’evoluzione delle applicazioni incentrate sui consumatori rappresenta la prossima frontiera per sbloccare il pieno potenziale di questa alleanza trasformativa.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS