HomeCriptovaluteBitcoinNews dalla SEC sugli ETF: BlackRock ha ottenuto il ticker

News dalla SEC sugli ETF: BlackRock ha ottenuto il ticker

Crypto news: l’ultimo documento depositato da iShares di BlackRock presso la SEC rivela che il loro ETF su Bitcoin spot ha ottenuto un ticker: IBIT.

In precedenza aveva già anche ottenuto il codice CUSIP, utile per la generazione del codice ISIN. 

Nel documento presentato ieri alla SEC scrivono: 

“Le Azioni saranno quotate e negoziate sul NASDAQ con il simbolo “IBIT”. I prezzi di mercato delle Azioni potrebbero essere diversi dal NAV”.

ETF News: lo sbarco sul Nasdaq, BlackRock sta per battere la SEC

In altre parole sembra quasi tutto pronto per lo sbarco al Nasdaq. 

L’unica cosa che manca è l’approvazione della SEC, ma questa in teoria dovrebbe arrivare nell’arco di venti giorni o poco più. 

A dire il vero l’ETF su Bitcoin spot di iShares, ovvero la controllata di BlackRock che si occupa di ETF, non dovrebbe essere il primo a ricevere l’approvazione. 

Il primo, per cui la scadenza massima entro la quale la SEC deve pronunciarsi entro il 10 gennaio 2024, è quello di Ark e 21Shares, ma l’ipotesi è che la SEC approverà tutte insieme tutte quelle richieste che avranno i requisiti per essere approvate. 

Per questo motivo BlackRock sta facendo di tutto per essere completamente pronta per poter ricevere l’approvazione già a gennaio, insieme ad Ark e tutti gli altri. 

Tutto ciò fa presumere che le azioni dell’iShares Bitcoin Trust (IBIT) verranno rese scambiabili sul Nasdaq poco dopo l’approvazione definitiva della SEC, quindi già nella prima metà di gennaio. 

Da notare che una sentenza di un tribunale USA di fine agosto di fatto impone alla SEC di non rifiutare l’approvazione di queste richieste, se sono corrette, e che lo stesso presidente della SEC Gary Gensler ha di recente ammesso che quella sentenza li ha costretti a prendere in seria considerazione l’ipotesi di approvarli, dopo anni di rifiuto. 

Oltretutto l’agenzia ha anche deciso di non fare ricorso contro quella sentenza, ovvero accettandola in toto. 

Il lancio sui mercati

Ma c’è di più.

Uno dei concorrenti di BlackRock e Ark in questo contesto, ovvero Bitwise, ieri ha pubblicato sul suo profilo X uno spot del suo ETF su Bitcoin spot, ancora prima che sia stato approvato. 

In realtà gli spot sono due, e non pubblicizzano esplicitamente il loro ETF su Bitcoin spot, dato che questo ovviamente non è ancora presente sui mercati. 

Però pubblicizzano i loro ETF e Bitcoin, quindi è piuttosto evidente che lo scopo implicito sia quello di pubblicizzare il loro ETF su Bitcoin spot che, a questo punto, si crede dovrebbe sbarcare a breve sui mercati. 

In altre parole sembra essere quasi tutto pronto per il lancio immediato sui mercati degli ETF su Bitcoin spot non appena riceveranno l’approvazione della SEC, che sembra ormai quasi scontata. 

Oltretutto lo spot di Bitwise non sembra diretto ai grandi investitori istituzionali, ma ad investitori privati facoltosi. 

Da ricordare che ad esempio tra i clienti di BlackRock ci sono proprio anche molti investitori privati facoltosi, ed uno strumento derivato come un ETF, presente sulle piattaforme di scambio tradizionali (come il Nasdaq), rende possibile anche a loro prendere posizione facilmente sul prezzo di Bitcoin senza nessuna complicazione aggiuntiva. 

Quindi Bitwise si rivolge agli investitori privati facoltosi, mentre BlackRock si rivolge sia a loro che ai grandi clienti istituzionali. 

ETF News: la corsa all’approvazione e la battaglia di BlackRock contro la SEC

In realtà in attesa dell’approvazione della SEC ci sono una decina di richieste simili. Praticamente tutti i loro emissari e gestori stanno accelerando per cercare di ottenere l’approvazione. 

Ad esempio è notizia di ieri che anche WisdomTree ha presentato una domanda aggiornata alla SEC. 

Il punto è che la SEC ormai da mesi sta dialogando con tutti i richiedenti per far sì che abbiano tutte le informazioni necessarie a presentare domande aggiornate con tutti i requisiti per poter essere approvate. 

In altre parole la SEC è da mesi che sta lavorando per mettere tali richiedenti nelle condizioni di poter vedere approvate le loro richieste, ed in un tale contesto sarebbe semplicemente assurdo immaginare che poi finisse per bocciarle. 

Negli USA è in atto insomma una vera e propria corsa all’approvazione per gli ETF su Bitcoin spot, con tutti i richiedenti che si stanno dando un gran da fare per arrivare pronti al momento cruciale di inizio gennaio. 

L’impatto su Bitcoin

Forse è anche per tutto ciò che la correzione del prezzo di Bitcoin si è arrestata.

Dopo essere stato per qualche giorno attorno ai 44.000$, il prezzo di Bitcoin l’11 dicembre era sceso fin sotto i 41.000$. 

Il calo si è arrestato il giorno stesso, ma fino al 13 non c’era stato alcun rimbalzo. 

Il 13 si era riportato sopra quota 43.000$, ma solo per tornare a 41.000$ ieri. 

Stanotte c’è stato un nuovo rimbalzo, che potrebbe decretare la fine di questa piccola e breve correzione. 

Ora il prezzo è tornato a 43.000$, ma potrebbe anche provare a riportarsi sopra i 44.000$. Non può nemmeno essere esclusa l’ipotesi che possa provare un nuovo attacco ai 45.000$, dato che quello del 5 dicembre e quello dell’8 dicembre sono stati davvero molto timidi e per nulla efficaci. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS