HomeSponsoredCome comprare SPONGE V2?

Come comprare SPONGE V2?

SPONSORED POST*

Chi ha perso l’occasione di acquistare SPONGE, può approfittare del reload del progetto grazie a SPONGE V2, che vuole riconvertire parte della fornitura circolante dal V1 al V2. SpongeBob è stata una delle meme coin con la migliore performance del 2023, per cui il nuovo progetto vuole ripetere il successo del primo e continuarlo.

Ecco in cosa consiste esattamente SPONGE V2 e come comprare il token.

Sponge V2: di cosa si tratta?

Possiamo parlare di SPONGE V2 come dell’edizione rinnovata di SPONGE, la meme coin lanciata con grande successo nel maggio del 2023, passando da una capitalizzazione di mercato di $1 milione a $100 milioni in breve tempo.

Il progetto, anche se in seguito ha perso l’hype caratteristico delle meme coin, ha mantenuto un ecosistema attivo, tanto che pare ci siano ancora all’incirca 12.000 utenti a detenerne i token. SPONGE V2 vuole quindi proseguire il successo del progetto originario, puntando su operazioni di marketing e sulla collaborazione con influencer del mondo crypto.

Ma cos’ha di diverso SPONGE V2 da SPONGE? Questa versione nuova in più integra una funzionalità P2E, che mira a coinvolgere una maggiore fetta di pubblico. Attraverso quindi i token Sponge V2, gli investitori potranno acquistare dei crediti di gioco e, successivamente, potranno accumulare ulteriori token $SPONGE come ricompensa per le loro prestazioni. 

In questo modo, gli utenti vengono invogliati a detenere i token e quindi vengono fidelizzati, garantendo una vita lunga a SPONGE V2.

Come funziona lo stake-to-bridge?

Il progetto Sponge V2 usa lo stake-to-bridge per collegarsi direttamente a quello originario: ma in cosa consiste esattamente? 

In primo luogo, si devono mettere in stake i token SPONGE; successivamente si usa lo stake-to-bridge, ovvero si passano i token V1 alla pool V2, quindi si trasformano i token SPONGE in SPONGE V2.

Bisogna tenere però in considerazione che, nel momento in cui i token V1 vengono trasformati in V2, non è possibile tornare indietro: il periodo di blocco è di quattro anni, per cui non sarà possibile riscattare prima i token SPONGE V2.

Il sistema stake-to-bridge permette di beneficiare di potenziali ricompense, date dal successo del nuovo progetto, che approfitta dell’hype creatosi attorno a SPONGE e della sua comunità, ancora oggi molto forte sui canali social.

Perché partecipare al progetto?

Sponge V2 non ricalca solo le orme del progetto precedente, ma offre nuove opportunità di guadagno grazie anche all’introduzione del gioco play-to-earn, che fornisce utilità al token e lo rende più attraente per gli investitori, elevandolo dal semplice status di meme coin. 

Il progetto punta, come detto, sulle strategie di marketing al fine di implementare l’adozione del suo token. C’è anche da considerare che le meme coin hanno suscitato un rinnovato interesse negli ultimi tempi, dimostrandosi un punto forte nel settore delle criptovalute.

SPONGE, inoltre, ha già alla base una community molto forte e ampia, che potrebbe interessarsi al nuovo progetto, viste le possibilità di guadagno offerte, per cui Sponge V2 ha buone probabilità di ripetere il successo del primo, visto che vi è anche collegato.

Di conseguenza, questa potrebbe rientrare tra le crypto che esploderanno nel 2024, visto che la tendenza generale sembra essere al rialzo tra la fine del 2023 e l’inizio del nuovo anno. 

Come acquistare il token

Sponge V2 è una nuova versione di un progetto già esistente: per acquistare i token infatti sarà necessario seguire una procedura leggermente differente rispetto alla solita. 

1. Scarica un crypto wallet

Come per le classiche prevendite, è necessario avere a disposizione un crypto wallet, come MetaMask, che può essere usato tanto sul computer quanto sugli smartphone. Chi usa il desktop, potrà scaricare l’estensione del browser MetaMask, per rendere il processo più semplice.

2. Carica il wallet con criptovalute e collegalo al sito 

Per acquistare SPONGE V2, come per tutte le altre criptovalute, sarà necessario avere sul proprio wallet Ethereum o Tether, ovvero le due valute accettate dal sito ufficiale del progetto. Chi non vuole usare questo metodo, può optare per una carta di credito/debito bancaria per l’acquisto di SPONGE V2.

A questo punto si passerà a collegare il proprio wallet alla pagina ufficiale attraverso il pulsante “Connect Wallet”.

3. Compra i token SPONGE

Attraverso la dashboard della piattaforma sarà possibile a questo punto comprare i token SPONGE, scegliendo l’importo da spendere e il numero di token che si desidera comprare. L’acquisto sarà proprio di Sponge e non di Sponge V2, in quanto il tema del progetto vuole prima liquidare i V1 e successivamente elargire token V2 in proporzione. 

4. Metti in stake SPONGE

Una volta acquistati i token V1, questi potranno essere messi in stake allo scopo di maturare i token V2. Utilizzando la dashboard, sarà possibile controllare il numero totale di token messi in stake e seguire il progresso del processo stake-to-bridge.

5. Riscatta i token SPONGE V2

Al termine del processo, sarà possibile riscattare i token maturati attraverso lo staking facendo clic sul pulsante “Claim”.

Chi possiede già SPONGE e vuole investire in SPONGE V2, dovrà avviare il processo di passaggio tramite il sito ufficiale di Sponge e visitando la sezione “Staking V2”, nella quale sarà possibile collegare il proprio crypto wallet e specificare il numero di SPONGE che si intende trasformare in SPONGE V2 con lo staking. 

Completato il processo, gli utenti riceveranno ricompense in token Sponge V2 e potranno così approfittare dei potenziali guadagni che il progetto offre. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS