HomeCriptovaluteCrypto news e prezzi di TouchGrass (GRASS), Bonk (BONK) e Ripple (XRP) 

Crypto news e prezzi di TouchGrass (GRASS), Bonk (BONK) e Ripple (XRP) 

Come stanno performando le crypto TouchGrass (GRASS), Bonk (BONK) e Ripple (XRP)? 

Vediamo di seguito una panoramica sui prezzi e le ultime news che le coinvolgono.

Il prezzo della crypto Grass nel confronto con Bonk e Ripple 

Attualmente, il valore di Grass (Grass/SOL) su Raydium si attesta a $ 0,000002512, registrando una variazione negativa del -2,48% nelle ultime 24 ore. 

Nello stesso periodo, il volume di scambi è ammontato a $ 3.405,53, con un totale di 125 transazioni. 

Ricordiamo che la valutazione completamente diluita (FDV) è di $ 25.104,30, mentre il pool di liquidità si attesta a $ 19.100,65.

Il prezzo massimo di Grass/SOL nelle ultime 24 ore è stato di $ 0,000002936, mentre il minimo è stato di $ 0,000002471. 

Infine, vediamo che la quantità totale di Grass è di 3.793.736.653,76 ($ 9.550,32), con una quantità raggruppata di SOL pari a 90,51 ($ 9.550,32).

BONK: rally del 278.5%

Bonk ha recentemente vissuto un notevole aumento del 278.5% tra il 13 e il 15 dicembre, seguito da un declino del 55.5% nelle ultime due settimane. 

Nonostante questo calo, i rialzisti rimangono ottimisti, considerando il recente crollo dei prezzi come un significativo pullback. 

Un report di AMBCrypto ha infatti evidenziato una diminuzione del volume degli scambi nei mercati spot, ma il grafico dei prezzi a sei ore suggerisce che gli acquirenti mantengono un certo controllo.

Il prezzo di BONK, attualmente a circa $ 0.0000155, si trova vicino al livello di supporto di $ 0.0000147, corrispondente al ritracciamento del 78.6%. 

La zona di $ 0.000014, precedentemente resistenza, ora agisce come una zona di domanda. 

Sebbene l’OBV mostri una diminuzione in dodici giorni, la pressione di vendita non sembra eccessiva rispetto all’incremento visto a dicembre. 

Nonostante la struttura ribassista nel grafico a 6 ore con un RSI a 34, potrebbe esserci un’opportunità di acquisto se l’area di $ 0.000014 viene rivisitata. 

Di conseguenza, ciò offrirebbe un favorevole rapporto rischio-rendimento con stop-loss a $ 0.000012.

Ripple e le strategie di stabilità nel mercato 

Nel dicembre 2023, Ripple (XRP) ha attuato una transazione rilevante coinvolgendo 240 milioni di XRP, equivalente a circa 148.80 milioni di dollari. 

Questa manovra mirava a gestire in modo strategico le riserve depositate in garanzia, lasciando 96.34 milioni di XRP nel portafoglio principale di spesa di Ripple, indicato come “Ripple (1)”. 

Questo saldo, con un valore stimato di 59.73 milioni di dollari, ha l’obiettivo di stabilizzare il mercato XRP.

La gestione meticolosa delle riserve XRP è parte di una strategia più ampia di Ripple per stabilizzare il mercato delle criptovalute.

 Il sistema di deposito a garanzia, avviato nel dicembre 2017, rilascia mensilmente 1 miliardo di XRP. 

Ripple blocca l’80% di questi token nel deposito a garanzia, reinvestendo la maggior parte del restante 20% nel suo portafoglio principale. 

Quest’approccio bilancia la circolazione dei token XRP, mitigando il rischio di eccesso di offerta.

Le transazioni di Ripple a dicembre 2023 sono state effettuate in tre lotti separati. 

Nello specifico, ricevendo inizialmente 200 milioni di XRP il 1° dicembre e distribuendo 60 milioni il 6 dicembre, 60 milioni il 12 dicembre e 120 milioni il 20 dicembre. 

Queste operazioni hanno comportato la spesa di 240 milioni di XRP, riducendo il saldo nel portafoglio principale di Ripple a 96.34 milioni di XRP.

Contestualmente, nel dicembre 2023, XRP ha segnato un’inversione di tendenza significativa, registrando un guadagno del 5.18%. 

Questo indica la resilienza di XRP nel mercato volatile delle criptovalute e suggerisce una potenziale rivitalizzazione della sua presenza nei prossimi mesi.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS