HomeCriptovaluteArbitrum Orbit rivoluziona le transazioni: token ERC-20 selezionati ora utilizzabili per le...

Arbitrum Orbit rivoluziona le transazioni: token ERC-20 selezionati ora utilizzabili per le commissioni

Arbitrum Orbit ha recentemente implementato il supporto per i token di gas personalizzati ERC-20, consentendo alle catene Layer 3 di Orbit di sviluppare funzionalità specifiche per i propri token. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

L’integrazione dei token ERC-20 apre nuove possibilità per Arbitrum Orbit

Come anticipato, Arbitrum Orbit, la piattaforma che consente lo sviluppo di blockchain Layer 3 su Ethereum Layer 2 Arbitrum, ha introdotto il supporto per i token di gas personalizzati, utilizzati per pagare le commissioni di transazione blockchain.

Questa evoluzione consente ora alle catene Orbit di impiegare specifici token ERC-20, previa conformità ai requisiti tecnici, per la gestione del gas e delle commissioni di transazione sulle proprie reti. 

Ricordiamo che, fino a poco tempo fa, le catene Orbit erano limitate all’utilizzo di ether come token di gas.

L’introduzione dei token ERC-20 come token di gas offre alle catene Orbit la possibilità di sviluppare funzionalità personalizzate per i propri token, promuovendo la crescita del loro ecosistema. 

David Dennis, product marketing lead di Offchain Labs, il principale sviluppatore di Arbitrum, ha sottolineato che questa opzione è particolarmente utile per progetti come giochi che desiderano un modello economico in-game, ma preferiscono costruire su Arbitrum ed Ethereum.

Xai Gaming è uno degli esempi immediati di adozione di questa nuova funzionalità, collaborando con Arbitrum dal giugno scorso per sviluppare una catena Orbit. 

Il token di gas personalizzato consente a Xai Gaming di pagare il gas per conto degli utenti attraverso un contratto di sovvenzione del gas. 

Ciò riducendo notevolmente l’attrito per gli utenti finali, come spiegato da Soban “Soby” Saqib, co-fondatore di Ex Populus, partner di Xai Gaming.

Progetti blockchain come Caldera e Celestia sono anch’essi previsti tra coloro che sfrutteranno immediatamente i token di gas personalizzati su Arbitrum, secondo quanto dichiarato da Arbitrum stesso.

Ancora news per Arbitrum: Curve Finance lancia il Pool crvUSD 

Curve Finance, uno dei protagonisti del settore della finanza decentralizzata (DeFi), ha recentemente annunciato il debutto del suo pool crvUSD sulla rete Arbitrum. 

Questo significativo passo avanti segna l’espansione di Curve in una delle soluzioni Layer 2 in più rapida crescita nel panorama blockchain.

L’introduzione del pool crvUSD su Arbitrum rappresenta un impegno strategico da parte di Curve per migliorare la liquidità e l’esperienza dell’utente nell’ecosistema DeFi. 

Arbitrum, noto per la sua scalabilità ed efficienza transazionale, fornisce l’ambiente ideale per questo nuovo pool, promettendo agli utenti transazioni più veloci e commissioni più basse, affrontando le sfide comuni della rete principale di Ethereum.

Oltre al lancio del pool crvUSD, Curve è attualmente coinvolta in un processo di votazione Gauge, un aspetto cruciale del modello di governance decentralizzata di Curve. 

Questo meccanismo di voto permette ai detentori di token di influenzare l’allocazione dei premi per l’estrazione di liquidità, garantendo che la distribuzione sia allineata alle preferenze della comunità. 

Il processo di votazione rappresenta un’opportunità chiave per i possessori di token CRV di partecipare attivamente alle decisioni della piattaforma, sottolineando l’approccio democratico di Curve alla governance comunitaria nel mondo della DeFi.

Dominio consolidato e performance positive nel 2024 per Arbitrum 

Recenti dati chiave confermano in modo costante che Arbitrum si colloca tra gli asset con le migliori performance nell’anno corrente. In particolare, le metriche di L2 Beats hanno recentemente registrato un notevole aumento del Total Value Locked (TVL) di Arbitrum.

L’analisi approfondita dei dati rivela che l’attuale TVL rappresenta un massimo storico sia per la rete Arbitrum che per la categoria più ampia delle soluzioni Layer 2. 

Al momento, il TVL ha toccato i 10.4 miliardi di dollari, registrando un notevole incremento del 16%. 

Inoltre, il TVL aggregato su diverse reti ha superato i 21 miliardi di dollari, attribuibile all’aumento sia del TVL di Arbitrum che di altre reti, posizionando Arbitrum con una significativa quota di mercato del 49%.

Un ulteriore indicatore positivo che testimonia il dinamismo è il volume di scambi su Arbitrum, come riportato da DefiLlama. 

Il volume degli scambi è cresciuto di oltre 400 milioni di dollari e, al momento ha superato i 900 milioni di dollari, avvicinandosi alla soglia del miliardo di dollari.

SI nota inoltre che il volume aveva precedentemente superato il miliardo di dollari il 22 dicembre, un risultato raggiunto solo due volte nei nove mesi precedenti. L’ultimo trend positivo all’interno di questo intervallo risale a circa aprile 2023.

Arbitrum ha testimoniato un notevole incremento del volume degli scambi, con un aumento particolarmente significativo negli ultimi tre giorni. 

L’analisi del grafico del volume su Santiment mostra che il volume ARB era di circa 1.3 miliardi di dollari il 2 gennaio. Tuttavia, al momento è quasi raddoppiato, raggiungendo oltre i 2 miliardi di dollari.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS