HomeSponsoredRipple: dopo la partecipazione al World Economic Forum il valore di XRP...

Ripple: dopo la partecipazione al World Economic Forum il valore di XRP salirà?

SPONSORED POST*

Il prossimo World Economic Forum, che si terrà il 18 gennaio, vedrà tra i suoi protagonisti anche il CEO di Ripple Labs, Brad Garlinghouse. L’evento, basato sull’argomento “Clear-Eyed about Crypto”, vedrà anche la partecipazione di grandi nomi come il CEO di Grayscale Investments, Michael Sonnenshein, e Daniela Stoffel, segretaria di Stato per le finanze internazionali della Svizzera.

Questo evento potrebbe avere un’influenza positiva sulle prospettive dell’azienda e anche il valore di XRP potrebbe trarre vantaggio da questa tendenza: oggi Ripple è scambiato a $0,5752, con un calo dello 0,35% nelle 24 ore.

Con l’approvazione degli ETF spot su BTC, tutto il mercato delle criptovalute è stato scosso da oscillazioni di valore: ma la prevendita di Bitcoin Minetrix, che punta a far accedere tutti al mining di BTC, non si ferma e supera $8,5 milioni.

Ripple parteciperà al WEF del prossimo 18 gennaio

Il prossimo 18 gennaio si terrà il World Economic Forum (WEF), tra i partecipanti del quale figura anche Brad Garlinghouse, CEO di Ripple Labs. Come dettagliato sul sito web del WEF, l’evento è basato sull’argomento: “Clear-Eyed about Crypto”.

Tra i grandi nomi presenti all’evento ci sono anche il CEO di Grayscale Investments, Michael Sonnenshein, e Daniela Stoffel, segretaria di Stato per le finanze internazionali, Dipartimento federale delle finanze (DFF) della Svizzera.

La presenza di Garlinghouse come relatore a questo evento è un grande riconoscimento non solo dei successi ottenuti dall’azienda, ma anche di quanto il settore sia cresciuto negli ultimi tempi.

Al centro della discussione del WEF c’è il ruolo di una regolamentazione delle criptovalute sensata tra i paesi di tutto il mondo: mentre ci sono paesi come El Salvador con leggi definite, in altri, come la Cina, le criptovalute rimangono una classe di asset vietata.

Uno degli obiettivi del World Economic Forum è quello di colmare la disuguaglianza finanziaria: l’evento potrebbe far luce sulla situazione attuale del settore e sul suo potenziale per accogliere quest’anno normative più incentrate sulla sua crescita.

Ripple Labs e Grayscale Investments si sono battuti entrambi per ottenere una regolamentazione adeguata dei rispettivi diritti: mentre Ripple ha combattuto e ottenuto una vittoria parziale contro la SEC statunitense, per il suo token XRP, Grayscale ha invece sconfitto la stessa SEC riguardo al rifiuto iniziale della sua richiesta per un ETF spot su BTC.

Quali vantaggi potrà avere Ripple?

La partecipazione al World Economic Forum permette a Ripple di essere conosciuta maggiormente ed esposta a un vasto pubblico. Dopo aver lottato per crescere negli ultimi tre anni, Ripple Labs sta ora cercando di farsi conoscere ed espandere i suoi servizi in tutto il mondo.

Questo WEF potrebbe avere un’influenza positiva proprio sulle prospettive dell’azienda in quanto svela quanto il settore delle criptovalute possa essere resiliente di fronte alle avversità.

Anche il prezzo di XRP potrebbe trarre vantaggio da questa tendenza a lungo termine: in questo momento Ripple è scambiato a $0,5752, con un calo dello 0,35% nelle 24 ore. Cosa accadrà nei prossimi mesi?

Ripple esploderà nei prossimi mesi? 

Nonostante alcune oscillazioni di prezzo, XRP ha iniziato bene il 2024, attestandosi attualmente intorno a 0,58 dollari (oggi a $0,5752, in leggero calo) e scambiando lontano dai picchi di oltre 0,80 dollari registrati la scorsa estate. 

Ci sono molti analisti ed esperti del settore che ritengono che tale tendenza potrebbe cambiare nel prossimo futuro: per esempio, l’utente di X Crypto Rover ha condiviso un grafico, secondo il quale XRP potrebbe subire un “massiccio breakout” nelle prossime otto settimane. 

Anche Dark Defender ha toccato la questione, sostenendo che l’asset è stato in una fase rialzista negli ultimi sei mesi e che, nei prossimi 10 mesi, il valore di XRP potrebbe salire alle stelle e fino a $ 22,50. 

Secondo l’analista: “Considerando il ciclo rialzista minimo di 13 mesi e massimo di 20 mesi, possiamo aspettarci almeno la media di (13+20)/2 = 16,5 mesi. Dato che siamo al 6°, potremmo aspettarci altri 10 mesi durante i quali XRP rimanga rialzista. L’intersezione del grafico indica che il cuneo sarà eliminato entro maggio 2024”.

Quali saranno i potenziali catalizzatori di XRP?

Come detto in precedenza, la partecipazione del CEO di Ripple al WEF potrebbe essere un fattore importante anche per il prezzo di XRP, in quanto il progetto avrebbe maggiore esposizione.

Un altro fattore che potrebbe avere un impatto positivo sul prezzo di XRP è l’eventuale vittoria di Ripple nella causa contro la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti: il processo è previsto per il 23 aprile 2024 e ci sono buone speranze che sia proprio Ripple a vincere.

Basta pensare che il valore di XRP è aumentato notevolmente nel luglio 2023, quando il giudice federale Analisa Torres ha stabilito che XRP non fosse un titolo, come sostenuto dalla SEC.

Secondo Linda P. Jones, autrice, mentore patrimoniale e relatrice, altri elementi che potrebbero spingere un aumento del prezzo della moneta sono un potenziale IPO di Ripple, l’implementazione di normative appropriate sul settore delle criptovalute e l’imminente halving di Bitcoin.

L’asset principale del settore infatti influenza un po’ tutte le crypto e il loro andamento: anche la presale di Bitcoin Minetrix ha raggiunto $8,5 milioni proprio perché collegata al mining di BTC e perché mette insieme due elementi fondamentali del settore, lo staking e il mining.

La prevendita di Bitcoin Minetrix sale oltre $8,5 milioni

Un altro progetto che ha buone probabilità di crescere e di esplodere con il listing è Bitcoin Minetrix, che si collega al mining di BTC attraverso l’innovazione dello stake-to-mine. Grazie a questo nuovo meccanismo, infatti, non è più necessario spendere molti soldi per macchinari ed energia, ma basta partecipare alla presale di BTCMTX.

il token nativo del progetto, ora in vendita a $0,0128, dovrà infatti essere acquistato in quantità pari ad almeno $10 e successivamente messo in stake, per ottenere hashrate, potere di mining e, quindi, ricompense in BTC.

Il progetto si serve del cloud mining, un settore poco sicuro in genere, che obbliga gli utenti a depositare denaro e spesso non ricompensa con i Bitcoin minati: invece quello di Bitcoin Minetrix è verificato da Coinsult e non costringe a usare denaro fiat, ma offre lo staking di BTCMTX al suo posto.

Con lo staking si otterranno alla fine crediti per il mining, ovvero token ERC-20 non negoziabili e sottoponibili a burning, che permettono di ricavare l’hashrate necessario per il mining di Bitcoin. 

Agli investitori alle prime armi il progetto offre la possibilità di partecipare senza grossi ostacoli, visto che mette a disposizione una dashboard molto intuitiva. Bitcoin Minetrix offre inoltre un’ulteriore opportunità di guadagno, ovvero lo staking di BTCMTX, effettuabile anche prima del termine della prevendita, se si utilizza ETH per l’acquisto dei token.

L’APY al momento è del 76%, un valore interessante per chi vuole ottenere qualcosa in più dal progetto e che, anche se tende a scendere, resta sempre notevole. Chi vuole sfruttare altri mezzi di pagamento per l’acquisto di BTCMTX può anche usare USDT, BNB, MATIC o una carta bancaria

Le previsioni per BTCMTX sono molto positive( tra 10x e 50x), se le condizioni di mercato lo consentono, per cui vale la pena tenere d’occhio la prevendita e decidere se investire o meno prima che termini.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS