HomeNews dal MondoArrestato il "Crypto King" del Canada: presunto schema Ponzi da 30 milioni...

Arrestato il “Crypto King” del Canada: presunto schema Ponzi da 30 milioni di dollari

Aiden Pleterski, un giovane canadese di 25 anni autoproclamatosi “Crypto King”, è stato arrestato insieme al suo collaboratore, Colin Murphy, di 27 anni. I due sono accusati di aver frodato investitori per un totale di 40 milioni di dollari canadesi, circa 30 milioni di dollari statunitensi, attraverso un presunto schema Ponzi legato agli investimenti in criptovalute e nel mercato dei cambi.

Crypto King: L’inchiesta per il presunto schema Ponzi da $30 milioni

L’inchiesta, denominata Project Swan, è stata condotta dalle autorità canadesi per oltre 16 mesi e ha portato alla formulazione delle accuse di frode e riciclaggio di denaro contro Pleterski e Murphy. 

Dati alla mano: tra il 2021 e il 2022, Pleterski e la sua azienda, AP Private Equity Limited, hanno raccolto circa 40 milioni di dollari canadesi da circa 160 investitori, con la promessa di investimenti redditizi in criptovalute e cambi. 

Oltre $16 milioni degli investitori spesi in oggetti di lusso

Secondo i documenti del tribunale e i rapporti dei media locali, solo il 2% dei fondi è stato effettivamente investito! mentre almeno 16 milioni di dollari sono stati spesi da Pleterski per soddisfare bisogni, o forse è più giusto parlare di vizi, strettamente personali. 

Le spese del giovane infatti, includevano l’acquisto di oltre 10 auto di lusso, viaggi internazionali e l’affitto di una villa fronte lago da 8,4 milioni di dollari a 45.000 dollari al mese. Durante il processo di bancarotta, sono stati sequestrati due McLaren, due BMW e una Lamborghini.

Pleterski, noto anche come streamer, aveva documentato molti dei suoi acquisti e delle sue vacanze attraverso video online.

In uno dei video, Pleterski si riprende mentre assembla un modello Lego del Titanic, affermando poi di aver speso circa 150.000 dollari in set Lego dal 2021.

Il rapimento del Crypto King per lo schema Ponzi ai danni degli investitori canadesi

A tale vicenda va aggiunto un ulteriore importante tassello, al fine di poter avere un quadro chiaro e completo.

Nel dicembre 2022, Pleterski fu vittima di un presunto rapimento, durante il quale è stato picchiato e torturato da cinque delle sue vittime del presunto schema Ponzi. I rapitori lo hanno tenuto prigioniero per tre giorni, chiedendo un riscatto di 3 milioni di dollari al suo mentore e locatore per la sua liberazione. 

Pleterski è stato poi rilasciato, ma un video di 12 minuti che lo mostra contuso e gonfio mentre chiede scusa agli investitori è stato pubblicato sui social media. Il suo avvocato ha successivamente affermato che il video è stato girato sotto coercizione. 

Quattro dei presunti rapitori sono stati successivamente arrestati e accusati di rapimento.

Aggiornamenti sul caso

Durante i processi per fallimento, secondo un rapporto della CBC, Pleterski ha avuto il coraggio di auto-definirsi semplicemente un: “ragazzo disorganizzato di vent’anni”, ammettendo di non aver mantenuto una corretta gestione delle sue finanze o dei pagamenti. 

Pleterski comunque è stato rilasciato martedì sotto cauzione di 100.000 dollari, garantita dai suoi genitori. Le condizioni della sua libertà includono la consegna del passaporto, il divieto di pubblicare sui social media riguardo a questioni finanziarie e il divieto di acquistare o commerciare criptovalute.

La Commissione per i Titoli dell’Ontario ha annunciato che giovedì fornirà ulteriori dettagli sul caso.

Martina Canzani
Martina Canzani
Laureata in Legge all'Università degli Studi di Milano. Concluso il percorso accademico ha iniziato ad interessarsi al mondo della blockchain, trovando in quest'ultimo un potente strumento di riscatto. La passione si è poi trasformata in lavoro, ora infatti investe in progetti early-stage di finanza decentralizzata e DAO e scrive articoli raccontando tutte le news riguardanti il mondo crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick