Dopo alcune sedute negative, si registrano i primi recuperi delle principali crypto.

Tra le migliori troviamo Eos con  oltre dieci punti percentuali, bene il Bitcoin e anche Ethereum è in recupero.

Dal punto di vista tecnico la reazione dei prezzi è avvenuta sui supporti.

Aggiornamento Bitcoin

Apertura a ridosso del supporto storico dei 7.600$ , poi è subito salita del Bitcoin, con una performance di +3% supportata da nuovi volumi in acquisto.

Dal punto di vista tecnico si sta conformando un primo rimbalzo, il trend resta però orientato al ribasso nel medio periodo.

Aggiornamento Ethereum

Dopo aver bucato tutte le aree di supporto anche Ethereum registra una performance positiva.Nonostante ciò lo scenario resta molto compromesso dato l’ampio spazio in discesa segnalato dagli indicatori di volatilità.

Difatti dal punto di vista fondamentale sembra più una reazione dei prezzi per effetto della correlazione con altre crypto che un movimento spontaneo.

Aggiornamento Ripple

Alla stregua del Bitcoin, anche Ripple apre a ridosso del supporto storico di 0.55$ performando fino a due punti percentuali.

Anche qui il trend di fondo rimane short, nonostante la registrazione di volumi in acquisto.

Sia in termini quantitativi che grafici è presto per parlare di inversione del trend, per cui sarà importante vedere se i prezzi si riporteranno oltre l’area di 0.60$.

 

Previous articleCrypto, le regole in Germania
Next articleCrypto, prima occasione di riscatto
Marco D'Andrea
Libero professionista, laureato alla Sapienza di Roma in Economia e Finanza, con specializzazione in management d’impresa. E' al terzo anno professionale come consulente d’impresa, quotidianamente tratta aspetti contabili, finanziari, fiscali, tributari e ha una specializzazione in ambito concorsuale in quanto consulente di giustizia presso alcuni tribunali. E' un trader privato ed indipendente dal 2009, ha sviluppato nel tempo un approccio di tipo oggettivo-algoritmico al mercato, utilizzando a supporto della sua operatività discrezionale anche strumenti automatici, negoziando su tutti i principali mercati (commodities, crypto, forex e indici). Collabora con broker per quanto riguarda sia gli aspetti operativi del trading che di quelli fiscali.