Read this article in the English version here.

Stando a quanto pubblicato sul Japan Times nella cittadina di Tsukuba, a nord di Tokyo, è stato introdotto un nuovo sistema di votazione online basato su blockchain.

Tsukuba è un noto centro di ricerca scientifica, e non è quindi un caso che abbia voluto sperimentare tale sistema di voto.

Il sistema prevede che il l’elettore si faccia riconoscere attraverso la sua “My Number card”, e una volta loggato possa inviare il proprio voto da display.

La tecnologia blockchain viene utilizzata per impedire la falsificazione e la lettura di terzi dei dati di voto.

Il nuovo sistema è già stato utilizzato per selezionare le proposte sui progetti di contributo sociale.

Il Sindaco di Tatsuo Igarashi, dopo aver votato con il nuovo sistema, ha dichiarato: “Pensavo che avrebbe richiesto un procedura più complicata, ma ho scoperto che è davvero facile“.

Di fatto si è trattato del primo voto digitale in Giappone, reso possibile dal sistema giapponese My Number, un codice identificativo di sicurezza di 12 cifre offerto a tutti i residenti giapponesi.

Tuttavia sono emersi alcuni problemi. Il primo è che molti elettori non hanno ricordato la propria password di accesso e così non hanno potuto votare online, ma il più grave è che è stato difficile stabilire se tutti i voti siano stati effettivamente conteggiati.

Infatti, il professor Kazunori Kawamura dell’Università di Tohoku ha dichiarato che “a causa dei timori di errori, le organizzazioni amministrative e le commissioni elettorali avranno difficoltà a introdurre questi sistemi“.