A partire dal 17 ottobre Binance Uganda inizierà ad accettare depositi e prelievi anche in scellini ugandesi.

Read this article in the English version here.

Oggi infatti su Binance Uganda, il primo exchange fiat-crypto lanciato da Binance, vengono avviate le nuove procedure Know Your Customer (KYC) che consentono all’exchange di implementare anche gli scambi in valuta fiat.

Binance Uganda è stato realizzato sulla base della tecnologia sviluppata da Binance, ed è in grado di elaborare 1,4 milioni di transazioni al secondo, con un servizio di assistenza clienti attivo 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

L’exchange inizialmente supporterà solamente gli scambi di scellini ugandesi (UGX) con BTC ed ETH, ma in futuro verranno aggiunte nuove coppie. Inoltre, per il primo mese gli utenti non pagheranno commissioni sugli scambi.

Dopo Binance Uganda, la società anche ha annunciato il lancio di altri exchange fiat-crypto, in Liechtenstein, a Malta ed a Singapore, mentre altri sono in arrivo in altre parti del mondo.

Wei Zhou, CFO di Binance, ha dichiarato: “Siamo estremamente orgogliosi di lanciare ufficialmente il nostro primo exchange fiat-crypto in Uganda. Abbiamo preparato con cura questo exchange con i nostri partner locali da quando il nostro team ha visitato l’Uganda per la prima volta nell’aprile 2018. Questo è solo il primo passo nei nostri sforzi di utilizzare la tecnologia blockchain per sostenere uno sviluppo economico sostenibile in Africa, e non vediamo l’ora di crescere e portare più innovazioni nella regione“.

L’Africa è un terreno potenzialmente molto fertile per la diffusione delle criptovalute e l’Uganda è uno dei Paesi africani di riferimento per lo sviluppo e l’adozione di innovazioni basate su blockchain.

Il Paese, infatti, ospita diverse conferenze, associazioni e comunità di blockchain e può contare sul sostegno da parte del governo e delle autorità di regolamentazione.