Il leader di Grin, il developer Ignotus Peverell, ha pubblicato oggi un post sul forum ufficiale della crypto della privacy lamentandosi dell’industria crypto e delle ICO scam che raccolgono tanti soldi.

Read this article in the English version here.

“Dopo solo 2 settimane che Grin è live, sono deluso dal modo in cui l’industria intorno a Grin sta  prendendo forma. Ovviamente è presto, ma spero che non sia un’indicazione della direzione futura”.

Nel post, Peverell – il nome si ispira ad uno dei personaggi di Harry Potter – lamenta anche il fatto che il progetto avesse ricevuto solo il 10% di quanto necessario. In realtà, oggi 1 febbraio, forse anche grazie a questo post, Grin ha ricevuto più di 10 bitcoin e 131 ETH come si può vedere su Blockchain.com.

“La lezione per ogni team di sviluppo o di ricerca sembra piuttosto chiara: più ICO scam per più farà soldi e meno lavoro. Forse prendersi con la forza il 20% di tutti i reward è l’unico modo per ottenere un contributo dall’industria del mining. Sono quelle le conclusioni che vuoi dare a tutti in questo settore? Perché se l’avidità di nutrirsi è l’unica lezione, allora questo spazio merita davvero un inverno davvero lungo e difficile”.

Per fortuna però questo post ha ottenuto quasi 2000 visualizzazioni e centinaia di condivisioni tanto che sembra che Grin oggi abbia raggiunto la cifra di 55.000 euro richiesta dagli sviluppatori per riuscire a continuare i lavori.

Grin, infatti, nel vero spirito massimalista, non ha voluto fare una ICO, volendo contare solo sulle donazioni di chi credesse nel progetto.