Brian Armstrong, CEO e co-founder di Coinbase, ha rivelato che la maggior parte dei volumi di trading su Coinbase è dovuto ad investitori istituzionali.

Read this article in the English version here.

Parlando con Fred Wilson, co-founder di Union Square Ventures e investitore presso Coinbase, Armstrong ha dichiarato:

“Il 90% dei soldi nel mondo è in mano alle istituzioni. Abbiamo iniziato a parlare e a proporre i nostri servizi a potenziali grossi clienti istituzionali.”

I servizi dell’exchange sono ora molto più sviluppati e variegati rispetto al passato così come le misure di sicurezza. L’esperienza e l’importanza di Coinbase nel settore delle criptovalute ha attirato molti più investitori rispetto al passato.

blockchain week brian armstrong coinbase

Il riferimento di Armstrong riguarda soprattutto Custody, servizio di custodia che ha raccolto un miliardo di dollari in dodici mesi.

Coinbase, le parole del CEO Brian Armstrong

“Le istituzioni sono diventate una parte sempre più grande della nostra attività. Abbiamo iniziato a introdurre nuove funzionalità come l’OTC trading attraverso Custody. Gli investitori istituzionali rappresentano circa il 60% del volume di trading su Coinbase Pro. Per noi sono clienti molto importanti e investiremo per offrire un servizio sempre più completo.”

Altri giocatori stanno per entrare nel mercato: l’ultimo in ordine temporale è Fidelity che prevede di avviare il trading bitcoin per i propri clienti istituzionali. Secondo le ultime indiscrezioni, anche Bakkt è finalmente vicino al lancio dei futures basati su bitcoin.

L’exchange sta attendendo l’approvazione della CFTC in seguito alla quale dovrebbe dare avvio alla fase di test operativo, quindi ancora per almeno un mese e mezzo i suoi contratti future non potranno essere scambiati liberamente sul mercato. E’ invece attesa per domani una presa di posizione da parte della SEC sugli ETF VanEck/SolidX.

Coinbase non sta certo a guardare ed è al lavoro per acquisire Xapo, noto servizio per la custodia di criptovalute, l’affare dovrebbe chiudersi per circa 50 milioni di dollari. Coinbase e Fidelity Digital Assets si sarebbero contese Xapo nelle ultime settimane, ma l’exchange guidato da Armstrong l’avrebbe spuntata.