Read the article in English language here.

Dadiani Syndicate è la prima galleria d’arte del Regno Unito ad aver deciso di accettare pagamenti di criptovalute.

Maecenas Fine Art, invece, è una piattaforma basata su blockchain che vuole democratizzare l’accesso alle Belle Arti.

Ieri queste aziende hanno annunciato una partnership strategica a lungo termine che consentirà l’utilizzo di criptovalute per l’acquisto di “fractional interest” di opere d’arte ad alto valore, di artisti del calibro di Andy Warhol, Pablo Picasso e Rembrandt.

In pratica sarà possibile acquistare delle quote parziali di proprietà di un’opera d’arte pagandole in criptovalute.

In questo modo si potrà essere proprietari di un capolavoro senza averlo dovuto acquistare per intero e a prezzo pieno.

La prima vendita riguarderà un’opera d’arte del valore di diversi milioni di dollari, che sarà disponibile all’acquisto in unità finanziarie digitalizzate per investitori, collezionisti e proprietari sulla piattaforma Mecenate.

La data precisa dell’inizio di questa prima asta del genere sarà annunciata a giugno.

Dadiani e Mecenate si pongono come obiettivo quello di globalizzare e portare maggiore trasparenza al modello tradizionale di acquisto e vendita di opere d’arte.

Entrambe le società inoltre sono convinte che, consentendo l’acquisto e la vendita di opere d’arte su blockchain ed in criptovalute, possano contribuire a creare nuove opportunità per i loro possessori, ed ampliare il mercato dell’arte globale.

Marcelo Garcia Casil, co-fondatore e CEO di Mecenate, ha dichiarato:

La nostra partnership con Dadiani è un passo importante nello sviluppo di una nuova struttura finanziaria unica che migliora in modo significativo il mercato dell’arte che è rimasto altrimenti in gran parte invariato per centinaia di anni. Con le nostre rispettive aree di competenza in arte, finanza e tecnologia, la nostra partnership con Dadiani Syndicate crea un’ambiziosa sinergia di menti innovative impegnate a portare il mercato degli antiquati investimenti artistici nel 21° secolo“.

Eleesa Dadiani, fondatrice del Dadiani Syndicate, ha aggiunto:

Dadiani Syndicate è orgoglioso di collaborare con Mecenate, i nostri colleghi pionieri nel portare nuove tecnologie in questo settore. Insieme miriamo a rendere il futuro degli investimenti di belle arti alla portata di tutti. Le criptovalute allargheranno il mercato, portando un nuovo tipo di acquirente di arte e lusso“.