Ecco a voi la blockchain economy
Ecco a voi la blockchain economy
Blockchain

Ecco a voi la blockchain economy

By Marco Cavicchioli - 30 Mar 2018

Chevron down

La blockchain è nata come colpo di genio.

Quando Satoshi Nakamoto (al di là di chi sia) immaginò di utilizzarla per creare una moneta completamente decentralizzata riuscì a progettarla in modo che divenisse sicura, inviolabile, funzionante, abbastanza veloce, economica e, soprattutto, completamente trustless.

In altri termini, che non richiedesse a nessuno di fidarsi di qualcun’altro.

Filiera anti falsificazione

Una delle applicazioni più celebri è sicuramente l’app creata da Ernst & Young per tracciare la filiera del vino.

Trackey è una piattaforma basata su blockchain che consente di tracciare l’intera storia della produzione dal campo dei grappoli d’uva fino all’imbottigliamento.

Scansionando il QR-Code presente sull’etichetta della bottiglia è possibile visualizzare tutte le informazioni archiviate sulla blockchain dell’app. L’obiettivo non è solo quello di informare i consumatori ma anche di impedire falsificazioni.

Altre applicazioni consentono di tracciare i polli di qualità di Carrefour. E a un progetto simile sta lavorando anche Walmart negli USA.

Condivisione di dati

Un altro caso concreto è quello Maersk, azienda di spedizioni danese specializzata in container.

Grazie a una joint venture con IBM, la quale fornisce soluzioni tecniche basate su blockchain, sta creando una piattaforma di digitalizzazione del commercio globale costruita su standard aperti e progettata per l’utilizzo da parte dell’intero ecosistema di spedizione globale.

Consentirà trasparenza e semplicità nella circolazione delle merci attraverso le frontiere e le zone commerciali. In questo modo le informazioni relative ai carichi in transito verranno memorizzate su un registro distribuito pubblico, in modo che chiunque possa verificarle leggendole sull’apposita blockchain. Anche UPS e FedEx stanno lavorando a progetti simili.

Convalida e condivisione di dati

British Airways sta testando un sistema basato su blockchain, FlightChain, per memorizzare i dati di volo, utilizzando gli smart contract per verificare la correttezza dei dati.

Questo sistema mira a creare una fonte di dati unica nel settore del trasporto aereo, disponibile sia per i  vettori che per gli aeroporti. I dati memorizzati nella blockchain di FlightChain saranno certificati e validati da smart contract che ne assicureranno non solo l’integrità ma anche la correttezza.

Altri utilizzi

I possibili utilizzi sono innumerevoli. Ogni volta sia necessario rendere non duplicabile o falsificabile un dato, oppure sia necessario condividere dati certificati, o anche sia necessario memorizzarli in modo sicuro e inviolabile, la blockchain può essere una soluzione.

Computer grandi quanto granelli di sale in grado di tracciare ogni tipo di prodotto, sistemi di certificazione delle letture dei contatori, enciclopedie decentralizzate, vendite online di licenze software, archiviazione di dati elettorali, borse valori e molto altro.

La blockchain è una tecnologia che si presta a milioni di utilizzi differenti, grazie al fatto che può custodire qualsiasi tipo di dato.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.