Al via hard fork privato di Fox BTC
Bitcoin

Al via hard fork privato di Fox BTC

By Marco Cavicchioli - 18 Apr 2018

Chevron down

Il 2017 è stato l’anno degli hard fork di Bitcoin, con la nascita di diversi cloni, alcuni di grande successo, altri che sono rimasti nel limbo della sopravvivenza.

Comunque si trattava di iniziative  nate da comunità, più o meno estese o centralizzate.

Il 30 aprile invece nascerà Fox BTC, un hard fork di Bitcoin guidato da una società privata, Z-Magnetars e che avrà luogo a partire dal blocco 520419.

Questi hard fork sono possibili perché l’algoritmo alla base di Bitcoin è pubblicamente disponibile, per cui chiunque può cercare di variarlo e, acquisito sufficiente hash power e un sufficiente numero di nodi, può effettuare una hard fork, cioè offrire il proprio algoritmo alla comunità che, quindi viene ad essere arricchita da un nuovo token.

Queste evoluzioni sono nate anche per far fronte ai problemi operativi che, nel tempo, sono emersi con Bitcoin, soprattutto legati alla lentezza e ai costi in confronto con le nuove blockchain.

Nel 2017 abbiamo avuto la nascita di Bitcoin Gold, con la dimensione dei blocchi portata da 1 a 8 Mb, e quindi Bitcoin gold, che ha introdotto un algoritmo di mining ASIC resistente, cioè non adatto a macchine per il mining specifiche, ma adatto alle comune schede grafiche, rendendo quindi la creazione della criptovaluta più diffusa.

Il nuovo hard fork, Fox BTC, presenta un algoritmo misto PoW – PoS, in cui quindi la creazione della valuta avviene sia con il tradizionale mining dei blocchi, sia dal possesso della criptovaluta per un determinato periodo di tempo, con la previsione di una resa del 6% annui.

La dimensione dei blocchi è stata portata a 10 Mb e l’algoritmo è ottimizzato per il mining con GPU.  

In Fox BTC saranno particolarmente importanti gli airdrop di nuovi token che verranno ad essere decentralizzati e permetteranno distribuzioni con cadenze dai 3 ai 12 mesi.

Fox BTC è il decimo hard fork di Bitcoin, e ne sono previsti un’altra ventina per il 2018. Queste suddivisioni possono colpire il valore di bitcoin in funzione al numero di nodi che decidono di passare alle nuove criptovalute , e sinora questo valore è rimasto relativamente basso.

Nello stesso un hard fork è anche uno strumento molto semplice per distribuire subito in modo diffuso una nuova valuta virtuale.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.