banner
Ripple ed Ethereum in movimento
Ripple ed Ethereum in movimento
Trading

Ripple ed Ethereum in movimento

By Federico Izzi - 19 Apr 2018

Chevron down

Prove di rottura al rialzo per le big rimaste stabili nella giornata di ieri.

Durante la notte ripple (XRP) ha rotto al rialzo la resistenza mensile.

Anche ethereum ha provato ad accodarsi al movimento.

Continua la fase di congestione del bitcoin (BTC) che cerca di rafforzare la base di supporto sopra gli 8000 punti.

Proseguono i festeggiamenti del 4° anniversario per Monero (XMR), ancora sul podio grazie alla performance del +17% nelle ultime 24 ore.

Tra le prime 25 della classe fanno meglio solo Stellar (XLM) e TRON (TRX) con rialzi a cavallo del 20%. Torna a far parlare il bitcoin cash (BTH) con una salito sopra gli $800 a +14%.

Un rialzo che sommato a quello dei giorni scorsi fa +30% nell’ultima settimana.

Esattamente una settimana fa, da giovedì 12 aprile, l’intero settore è tornato a dare segnali di vita con rialzi a doppia cifra come non si registravano da oltre tre mesi.

Per due giorni tutte le prime 100 coin hanno viaggiato in territorio positivo.

A distanza di sette giorni, la tenuta dei prezzi sopra alcuni livelli critici e volumi sopra la media delle ultime settimane, fanno tornare un po’ di fiducia a favore di ulteriori allunghi.

Prestare attenzione a cardano (ADA) e stellar (XLM), rispettivamente settima e ottava della classifica, con rialzi superiori all’80% nell’ultima settimana.

Potrebbero essere di buon auspicio.

Ripple ed Ethereum in movimento
Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Da oltre cinque giorni il bitcoin (BTC) rimane in congestione all’intero di un canale di 200-300 punti, tranne un piccolo sobbalzo che tra domenica pomeriggio e lunedì notte ha visto i prezzi testare la resistenza in area 8400.

Nonostante le micro-oscillazioni e il progressivo calo dei volumi, tecnicamente la tenuta di area 8000 dollari è un buon segnale di consolidamento.

Favorisce la creazione di un supporto che potrebbe diventare il trampolino per un ulteriore allungo.

La conferma definitiva arriverà con un ritorno in area $8800-9000 nei prossimi giorni/settimane, altrimenti l’attuale fase continuerà a rimanere circoscritta all’interno del trend ribassista iniziato a dicembre.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Rimane importante il superamento di area $8250 ed attendersi un aumento degli acquisti per valutare la forza di attaccare la media mobile giornaliera a 50 periodi.

AL RIBASSO: Si consolida il supporto tra 7900 e 8000 punti di dollaro. Un’eventuale rottura avrebbe spazio di scivolate sino area $7500.

Ripple ed Ethereum in movimento
Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Rafforzata la base dei 500 dollari, nelle ultime ore i prezzi tornano nuovamente ad attaccare il massimo di lunedì sera in area $540. Al momento mancano i volumi che la scorsa settimana hanno accompagnato la spinta rialzista che, oggi, a sette giorni di distanza, registra oltre il +25% di rialzo. Tecnicamente ci sono le buone indicazioni per allontanarsi definitivamente dai minimi annuali in area $360 più volte testati tra la fine di marzo e la prima settimana del nuovo trimestre.

Livelli operativi:

AL RIALZO: Si prova a rompere il muro dei $530 per proiettarsi verso la prossima resistenza in area $580-600. Necessario l’aumento dei volumi.

AL RIBASSO: Il ritorno sotto il supporto appena formato dei $500 farà scattare il primo allarme solamente con estensioni sotto $485.

Ripple ed Ethereum in movimento
Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/XRPUSD/

Ripple (XRP)

Tra le prime tre della classe, Ripple (XRP) mostra di avere più muscoli. La rottura delle resistenze in area $0,6950 e $0,7190 nelle ultime 24h confermano la voglia di invertire definitivamente il trend ribassista che ha condizionato i movimenti sino alla scorsa settimana. La rottura della trendline ribassista (linea rossa) avvenuta giovedì scorso, 12 aprile, ha fatto scattare le ricoperture dei ribassisti, alimentando ulteriori acquisti che in questi ultimi sette giorni vede salire velocemente la china oltre il 50% che supera il 60% dai minimi di inizio mese.

Livelli operativi:

AL RIALZO: La rottura dei massimi relativi di metà marzo ($0,72) avvenuta nelle ultime ore con volumi in aumento sulla media degli ultimi due giorni, è un buon segnale rialzista che nelle prossime ore dovrà trovare conferme oltre i $0,7250-0,73.

AL RIBASSO: Ogni ritracciamento non dovrà spingersi sotto $0,6450. La rottura tecnica favorirebbe la pressione ribassista.          

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.