banner
WikiLeaks vuole boicottare Coinbase
WikiLeaks vuole boicottare Coinbase
Bitcoin

WikiLeaks vuole boicottare Coinbase

By Amelia Tomasicchio - 21 Apr 2018

Chevron down

WikiLeaks vuole boicottare Coinbase, uno dei più famosi exchange del mondo.

Stamattina sull’account Twitter di WikiLeaks, infatti, è stato pubblicato un tweet che spiega:

“WikiLeaks preparerà un blocco globale contro Coinbase la prossima settimana in quanto membro inadatto della community crypto. Coinbase, grande processore californiano per bitcoin, rispondendo ad un’influenza nascosta, ha bloccato l’intero innocuo WikiLeaksShop con una decisione approvata dal management”

La notizia, infatti, arriva un mese dopo la decisione di Coinbase di fermare i pagamenti in crypto verso WikiLeaks Shop che vende merchandise come magliette, felpe e cappellini per aiutare l’organizzazione a continuare le proprie operazioni.

“Coinbase ha bloccato lo shop ufficiale di WikiLeaks dalla sua piattaforma senza avvisare e senza spiegazione. Potete continuare a donare Bitcoin a WikiLeaks all’indirizzo https://WikiLeaks.org/donate”.

Questa la mail che Wikileaks si è vista recapitare dopo aver chiesto spiegazioni riguardo il blocco:

wikileaks coinbase

“Il nostro interesse primario è quello di rendere la criptovaluta sicura per i nostri utenti. Coinbase è un’organizzazione Money Services Business regolata da FinCEN, e per raggiungere questo obiettivo siamo legalmente obbligati ad implementare meccanismi di conformità regolativa. Dopo un’attenta revisione, crediamo che il tuo account abbia fatto un uso proibito violando i nostri Termini e Condizioni e ci dispiace informarti che non vi daremo più accesso al nostro servizio”.

Anche Andreas Antonopoulos, celebre sostenitore di Bitcoin e autore di “Mastering Bitcoin”, ha espresso solidarietà verso Wikileaks, cinguettando:

“Abbiamo chiuso il cerchio. L’interesse di molte persone verso bitcoin è iniziato quando  Wikileaks era sotto embargo giudiziario di VISA, MC, PayPal e le banche. Ora Coinbase ripete la storia. Oops”.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.