Il cinema incontra la blockchain
Il cinema incontra la blockchain
Blockchain

Il cinema incontra la blockchain

By Fabio Carbone - 12 Mag 2018

Chevron down

Blockchain Cinema: l’imprenditore italiano Andrea Iervolino, co-fondatore di AMBI Media Group Cinema, lancia TaTaTu, una piattaforma d’intrattenimento blockchain-based dove cibarsi di film e guardare serie tv non è solo un piacere ma una fonte di guadagno.

Il cinema incontra la blockchain

TaTaTu è una piattaforma sulla quale video on demand e social network si intrecciano generando un innovativo sistema di ricompense.

Gli utenti possono facilmente invitare a iscriversi a TaTaTu amici e conoscenti di Facebook,Instagram, Snapchat, WhatsApp attraverso il collaudato sistema del “presenta un amico”.

In cambio ricevono una ricompensa, in forma di token, per i contenuti guardati e creati dagli amici invitati.

Questa social entertainment platform può essere usata per interagire con gli altri mentre si guarda la stessa puntata della serie tv, chattare per commentare a caldo la scena appena vista.

Bacardi Rum investe nel progetto

Tra i maggiori investitori del progetto, sicuramente occorre citare Bacardi Rum rivelatoche ha appena di aver investito 100 milioni di dollari in Ta Ta Tu.

Lady Monika Bacardi, infatti, ha detto di aver “rafforzato la sua posizione ottimista circa la promessa della tecnologia blockchain e della criptovaluta”.

Premiare gli utenti

Un team di 250 sviluppatori lavora alla realizzazione del sistema di intrattenimento a 360 gradi attraverso il quale ascoltare e condividere musica, sport, giochi e tanti altri contenuti digitali.

Secondo Andrea Iervolino il progetto, che partirà il prossimo 1 giugno, colmerà un grande vuoto:

I social network e le piattaforme di intrattenimento stanno facendo enormi profitti raccogliendo i dati dai loro utenti e vendendoli a società terze senza premiare gli utenti. TaTaTu darà finalmente ai suoi utenti la possibilità di essere premiati per l’attività d’intrattenimento svolta quotidianamente.

Il cinema incontra la blockchain

La blockchain contro la pirateria

TaTaTu dice anche stop alla pirateria.

Nella piattaforma diventa impossibile, grazie alla blockchain, copiare e replicare film e musica, cosicché gli autori possono monetizzare ogni contenuto utilizzato dagli acquirenti.

I brand in cerca di nuovi clienti potranno trovare nel servizio di intrattenimento un’audience targettizzata per le campagne di marketing. Le marche avranno accesso a informazioni di per creare campagne pubblicitarie mirate ed efficaci.

Fabio Carbone
Fabio Carbone

Writer freelance dal 2013 ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Nel 2016 ha scoperto la crypto economy e da allora scrive di blockchain e criptovalute, per approfondire un movimento che non è fatto solo di esperti matematici e crittografi, ma di gente che genera una nuova economia dal basso. Scrive dello stesso argomento su vari siti web di settore. Scrive di Industria 4.0 ed economia digitale in generale.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.