La SEC apre a criptovalute e token sale
Criptovalute

La SEC apre a criptovalute e token sale

By Fabio Lugano - 14 Mag 2018

Chevron down

Quando un Commissario SEC tiene un discorso pubblico rilevante viene poi riportato sul sito dell’ente di controllo, con il giusto rilievo.

Così è accaduto al discorso della commissaria e al suo discorso tenuto a Seattle (Washington) lo scorso 3 maggio.

La dirigente ha presentato le attività della SEC in un settore come quello finanziario Nord Americano in cui il finanziamento sui mercati è molto più rilevante rispetto a quello bancario e dove la SEC ha la funzione di favorire la formazione del capitali, di tutelare gli investitori e di garantire mercati efficienti.

Dopo aver percorso la storia recente delle normative nel settore finanziario ed aver anche espresso una certa delusione per il rallentamento nel numero di IPO, in calo dopo i massimi degli anni Novanta, la signora Peirce ha dedicato la parte finale alle criptovalute, manifestando interesse.

All’introduzione delle ICO e della tecnologia del distributed ledger la SEC è stata colta impreparata: tutti i token launch sono security oppure no?

L’organo di controllo segue con grande attenzione il fenomeno e, soprattutto, non vuole intervenire con una normativa dettata dalla paura che potrebbe limitare lo sviluppo di un settore così innovativo.

La Signora Peirce ha però anche una soluzione :

Quando consideriamo le ICO, la tecnologia del Distributed Ledger e le criptovalute, sono sempre più convinta che abbiamo bisogno alla SEC di un Ufficio per l’Innovazione per coordinare le risposte della commissione alle richieste di esenzione e a quelle collegate alle nuove tecnologie, piattaforme e altri prodotti. Troppo spesso le idee innovative affrontano una fine ingloriosa quando vengono sballottate tra le varie fazioni della SEC.

Il discorso termina con un invito da parte delle società fintech nel proseguire un colloquio attivo con le autorità.

E’ dunque un’apertura, in vista di qualcosa di nuovo: la SEC chiede aiuto al settore e si apre a una soluzione simile a quella della FINMA, in cui il controllore è disposto ad ascoltare, in modo trasparente, le domande delle società fintech e le ICO per dare delle risposte, ragionate, caso per caso.

Un atteggiamento intelligente che, se diventerà operativo, aprirà grosse opportunità per token launch legittimi ed universalmente accettati.  

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.