Volano le denunce per Coinbase, ora a quota 115
Volano le denunce per Coinbase, ora a quota 115
Criptovalute

Volano le denunce per Coinbase, ora a quota 115

By Rossana Prezioso - 21 Giu 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Coinbase, uno dei più famosi exchange di valute digitali con base a San Francisco, fondato da Brian Armstrong e Fred Ehrsam nel 2012, sarà presto costretta a raddoppiare il suo team di assistenza clienti dopo l’impennata di problemi registrata sulla sua piattaforma.

I reclami, infatti, superano i 115 casi confermati dalla SEC che ha accolto le loro denunce.

I problemi Coinbase più comuni

Un numero significativo, soprattutto se si pensa che nel 2016 erano state appena sette, aumentando verticalmente nel 2017 quando hanno raggiunto quota 288.

Sempre più spesso i clienti lamentano perdite per migliaia di dollari a causa di una cattiva gestione ma soprattutto di operazioni anomale e ripetute.

Tra i problemi tecnici più diffusi: la difficoltà di poter parlare con l’assistenza clienti o un operatore e l’impossibilità di poter accedere al proprio account. A questi se ne sono aggiunti altri come transazioni non autorizzate che si svolgono sui loro account e forti commissioni sullo scoperto.

Dalle 164 pagine di denunce pubblicate da Mashable, è possibile leggere alcuni stralci tra cui:

“Mi è stato impedito di vendere, acquistare, trasferire o accedere al mio account. Dopo ripetute richieste tramite e-mail e telefonate, Coinbase mi ha avvisato che sono stato escluso dal mio account a causa di un errore del software di sicurezza da parte loro e che avrebbero esaminato il problema. È stato un mese fa.”

e ancora:

“Ho inviato 17.023,00 dal mio account Coinbase a un altro account Coinbase il 12.21.2017″, si legge. “L’altro conto di Coinbase non ha mai ricevuto i fondi a partire dal 16/01/2018. Ho contattato Coinbase per 7 volte e tutto quello che dicono è che hanno già registrato problemi simili. Mi avrebbero contattato ma è passato un mese”.

La piattaforma è stata sotto pressione durante gli ultimi 12 mesi, in particolare a dicembre, quando le criptovalute hanno registrato un vero e proprio rally. Le lamentele sono poi aumentate con l’annuncio di CME Group sul lancio dei future bitcoin.

Rossana Prezioso
Rossana Prezioso

Appassionatasi alle nuove frontiere dell’editoria online, ha deciso di approfondire ulteriormente le sue conoscenze dedicandosi allo studio dei cambiamenti culturali ed economici derivati dalla nascita della finanza hitech, sviluppando le tematiche riguardanti i nuovi modelli di business ad essa legati e le influenze geopolitiche della new economy criptovalute

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.