Read this article in the English version here.

In Austria l’ exchange Bitpanda ha recentemente annunciato di aver aggiunto due nuove criptovalute ai propri scambi, Iota e Komodo.

Nulla di particolarmente originale, se non fosse per l’accordo che Bitpanda ha con gli uffici postali austriaci. Infatti, grazie a questo deal, le nuove criptovalute ora sono acquistabili anche in Posta.

La società su Twitter ha ufficializzato che è già possibile acquistare MIOTA in oltre 400 uffici postali austriaci, anche in contanti. È sufficiente avere un indirizzo email valido e le crypto, una volta comprate, vengono inviate nel wallet integrato all’interno della piattaforma dell’exchange.

Pertanto, gli uffici postali austriaci fungono come sportelli di Bitpanda per effettuare acquisti di criptovalute pagando in valuta fiat, in contanti, con carta di credito, o attingendo dal proprio conto corrente postale.

Infatti, all’indirizzo email dell’acquirente corrisponde un account sul sito dell’exchange al quale vengono inviate le crypto acquistate. In questo modo, il cliente potrà accedere al sito di Bitpanda con l’indirizzo email utilizzato per l’acquisto e trovare nel suo account le crypto eventualmente acquistate in posta.

L’obiettivo è quello di rendere più facile e veloce l’acquisto, e consentire anche l’acquisto in contanti, cosa che ovviamente online non si può fare.

Tra i commenti al tweet con cui è stato annunciato il servizio c’è già chi chiede a Bitpanda di estendere il servizio anche fuori dall’Austria, probabilmente proprio perchè è uno dei rarissimi modi con cui si possono acquistare criptovalute in contanti.

Bitpanda è un exchange austriaco, quindi la collaborazione con gli uffici postali del Paese sicuramente è stata più semplice da mettere a punto proprio perché nel suo Paese di origine, ma in teoria non dovrebbero esserci grandi ostacoli tecnici che ne impediscano la diffusione anche altrove.