La Grande Muraglia della PBOC contro le crypto
Criptovalute

La Grande Muraglia della PBOC contro le crypto

By Fabio Lugano - 12 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Gao Gongsheng è il Vicepesidente della PBOC, la Popular Bank of China, cioè la banca centrale cinese. In un recente intervento ha espresso giudizi molto netti circa le ICO e tutte le attività di finanziamento che avvengono tramite le criptovalute.

Nel suo messaggio al Gruppo speciale di revisione della rischiosità di Internet, organo creato all’interno della Banca Centrale per prevenire e reprimere le possibili irregolarità finanziarie scaturite dal web, Gao ha posto in evidenza il fatto che il Comitato Centrale del Partito Comunista e il Consiglio di Stato dedichino grande attenzione alla repressione delle attività illegali collegate alla rete, per cui diventa prioritario un incremento della sicurezza generale.

In quest’ottica, anche se il 2018 ha visto un miglioramento nelle attività di controllo con una riduzione della rischiosità generale, resta necessaria una svolta normativa tale da poter rendere questi sforzi efficaci, ha aggiunto Gongsheng.

Tra l’altro viene posto anche un obiettivo temporale alla normalizzazione finanziaria, da indicarsi in uno o due anni.

Il Gruppo speciale per la riduzione del rischio in Internet è stato creato nel 2016 e si è subito impegnato in una attività di repressione e controllo del mondo delle criptovalute cinese.

La sua attività è culminata con il divieto assoluto per le ICO del settembre 2017, accompagnato dalla progressiva chiusura degli exchange interni e un secondo secco divieto: quello di scambio attraverso le valute fiat.

Una formula repressiva molto dura che ha causato l’emigrazione di numerosi progetti promettenti e di società con ritorni economici importanti.

Ad esempio Binance, nato cinese, ha poi dovuto trasferirsi, mentre i progetti relativi alle ICO, anche specificamente rivolti al mondo orientale, hanno dovuto abbandonare Shanghai e trovare sede legale in altre parti del mondo.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.