banner
I cittadini alla SEC: “Vogliamo ETF su bitcoin”
I cittadini alla SEC: “Vogliamo ETF su bitcoin”
Bitcoin

I cittadini alla SEC: “Vogliamo ETF su bitcoin”

By Marco Cavicchioli - 12 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Non a caso è considerato il Paese delle libertà, dove quel che pensano i cittadini è sacro. O dovrebbe esserlo. Fatto sta che anche la Securities and Exchange Commission fa la sua parte.

Infatti, la SEC, autorità che vigila sui mercati a stelle e strisce, ha deciso di ascoltare i cittadini, o meglio gli investitori, prima di dare o meno la sua autorizzazione agli ETF su bitcoin proposti dalla CBOE (Chicago Board and Options Exchange).

A tal proposito sta raccogliendo opinioni per avere un quadro più completo possibile, attraverso un’apposita pagina sul proprio sito web ufficiale, dove chiunque può esprimere una propria valutazione.

Ad oggi sono già stati ricevuti e pubblicati quasi una trentina di commenti, alcuni seri, alcuni meno. La decisione della SEC è attesa per la prima decade di agosto, quindi manca quasi un mese, ma dai primi post arrivati, ci si può già fare un’idea del sentiment degli investitori.

Ad esempio, un certo Alex Hales chiede che vengano approvati perché un’eventuale decisione positiva lo aiuterebbe a far soldi. Come si vede, un parere onesto, legittimo e trasparente.

Laosy Guesses commenta da parte sua con un laconico “It’s lit“, un’espressione colloquiale che significa che si è “eccitati” al riguardo. Gli auguriamo sia solo un modo di dire.

John C. Bereznay arriva addirittura ad implorare la SEC di approvare questi ETF. Auguriamo che gli diano retta.

Rahsaan invece sostiene che i gentiluomini della SEC devono approvare gli indici clone. Un po’ perentorio, ma chiaro.

Ovviamente ci sono anche diversi commenti seri che arrivano da diversi soggetti, alcuni dei quali si dichiarano “grossi investitori”.

Chiedono che gli ETF su bitcoin vengano approvati perché ciò li aiuterebbero a gestire i loro portafogli in modo più semplice, sicuro e regolamentato, visto che diventerebbero investimenti simili gli altri.

Un ultimo commento che occorre registrare.

Porta la firma di Patrick Devlin: “Smettetela di scherzare. Basta avere una società rispettata come Coinbase che approva o rifiuta. Voi ragazzi [della SEC] avete un giudizio terribile…”. Auguri.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.