banner
A Hong Kong il credito passa sulla blockchain
A Hong Kong il credito passa sulla blockchain
Blockchain

A Hong Kong il credito passa sulla blockchain

By Marco Cavicchioli - 17 Lug 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

L’Hong Kong Monetary Authority (HKMA), ovvero la Banca Centrale di Hong Kong, ha siglato un accordo con la cinese Ping An per creare una piattaforma per i finanziamenti basata su blockchain.

È certamente interessante che l’iniziativa non sia partita dalle banche che erogano i finanziamenti, ma dalla Banca Centrale stessa, che in qualità di regolatore istituzionale ha di certo tutto un altro peso.

La piattaforma si pone come obiettivo quello di ridurre significativamente la quantità di tempo necessaria per completare il processo di richiesta del credito.

Il progetto prevede che possano essere elaborate in sole 24 ore, a differenza degli attuali 10 giorni lavorativi previsti.

Con il nuovo sistema infatti le banche saranno in grado di raccogliere molto più facilmente e velocemente le informazioni per valutare i potenziali clienti, riducendo quindi significativamente i costi della due diligence.

Inoltre si ridurrà la possibilità che i dati raccolti siano falsificati, rendendo più semplice per gli istituti valutare con maggiore sicurezza.

La scelta di basare la piattaforma su blockchain è dovuta anche al fatto che in questo modo si potranno ridurre le frodi.

Una delle conseguenze principali dovrebbe poi essere quella di portare benefici soprattutto alle piccole imprese, ovvero quelle per cui è più difficile avere accesso al credito.

Grazie a blockchain il sistema controllerà automaticamente la validità di tutte le transazioni registrate, di tutte le parti coinvolte, riducendo la necessità di produrre grosse quantità di documentazioni.

Inizialmente il progetto ha raccolto la partecipazione di sei banche, ora secondo il Financial Times sono almeno 21 le banche che hanno accettato di lasciarsi coinvolgere nel progetto. Ciascuna sarà anche co-proprietaria della nuova piattaforma.

I primi test in realtà sono già stati effettuati a dicembre del 2017 e l’HKMA ipotizza di lanciarla definitivamente sul mercato il mese prossimo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.