La quiete dei volumi forse anticipa la tempesta
La quiete dei volumi forse anticipa la tempesta
Trading

La quiete dei volumi forse anticipa la tempesta

By Federico Izzi - 20 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Tra le prime 30 della lista solo Tezos (XTZ) con un +16% continua a rimanere uno dei progetti legalmente più controversi sinora lanciati, mentre bitcoin riesce a mantenersi sopra la parità, con rialzi che da questa mattina oscillano tra lo 0,1 e lo 0,5% rispetto ai livelli di ieri mattina.

Sul podio delle peggiori salgono Neo e Dash con ribassi tra il 7 e 6%, seguite da Ethereum che non riesce a confermare la rottura dei 300 dollari e scivola del 5% dai livelli di ieri mattina.

Si apre una settimana di alta tensione. Entro giovedì, infatti, si attende la decisione definitiva per due proposte di ETF proposte lo scorso 19 dicembre da ProShares, il decimo fornitore mondiale di exchange traded fund con oltre $29,5 miliardi in gestione in un settore che registra un totale di $3,5 trilioni di investimento.

Si tratta di due prodotti ProShares Bitcoin ETF e ProShares Short Bitcoin elencati al NYSE Arca, entrambi basati su contratti future emessi dal CBOE.

E’ una decisione sofferta per questi prodotti, che inizialmente erano stati presentati lo scorso settembre insieme ad altri due poi ritirati dopo il lancio in America dei future della CBOE e CME.

Sinora la SEC ha preferito concedersi tutto il tempo a disposizione per valutare le garanzie proposte e considerare le modifiche apportate.

A fine marzo, con una lettera formale, il Presidente della CBOE, Chris Concannon, sollecitava i membri della SEC a considerare singolarmente le proposte presentate evidenziando la sicurezza offerta dai contratti future.

Il tempo limite, come dicevamo, termina giovedì 23 agosto, e quindi a breve la SEC dovrà decidere se bocciare definitivamente questa tipologia di prodotti oppure anticipare l’apertura ad asset che in molti oramai considerano solo una questione di tempo.

Con volumi scambiati decisamente in contrazione su tutto il settore, la capitalizzazione totale riesce a rimanere stabile oltre i 210 miliardi di dollari con bitcoin che conferma il suo dominio oltre il 52% della quota di mercato.  

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Da circa due settimane, i prezzi oscillano in area 6200-6400 dollari. Anche nel corso del fine settimana appena trascorso, caratterizzato da volumi estivi, tranne per brevi sprazzi rialzisti poco sopra i 6500 dollari, i prezzi continuano ad essere catalizzati dai 6400 dollari.

E’ positiva la tenuta a debita distanza dai 6000 dollari, ma per ottenere le conferme tecniche sono necessari allunghi oltre i 6600 dollari entro i prossimi giorni, altrimenti si rischia di sollecitare il ritorno dell’Orso.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Tra venerdì e sabato i prezzi hanno tentato di spingersi sopra i 300 dollari con il sostegno dei volumi saliti sopra la media dei giorni precedenti.

Però, anziché trovare le ricoperture dei ribassisti, sono prevalse le posizioni a difesa di quest’area di resistenza riuscendo a respingere nuovamente i corsi ai livelli di Ferragosto in area $285.

Rimane quindi precaria la struttura tecnica da non riuscire a spianare la strada per un ritorno del Toro.

Fonte: https://it.tradingview.com/symbols/EOSUSD/

Eos (EOS)

Dopo aver visto affondare i prezzi a $4,18 perdendo oltre l’80% di valore dai massimi di fine aprile e ad un passo dai minimi dell’anno a $3,87, la scorsa settimana Eos è riuscita a rimbalzare del 35% riuscendo a recuperare la soglia dei 5 dollari.

Questo livello nei prossimi giorni sarà di riferimento per capire se le intenzioni post-pullback sono sostenute dal ritorno dei acquisti, così come sembra dalla quantità di volumi scambiati la scorsa settimana in piena tempesta ribassista.

Nelle ultime ore l’ente ministeriale cinese ha pubblicato la classifica aggiornata delle migliori blockchain, confermando Eos al primo posto giudicandolo il migliore algoritmo sinora sviluppato. La promozione che dovrebbe favorire il ritorno delle attenzioni attorno ad un progetto dalle ottime ambizioni ma che sinora ha dimostrato di avere ancora fragili basi di tenuta in ambito di analisi tecnica.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.