Nuovo round alla SEC per l’ETF su bitcoin di ProShares
Nuovo round alla SEC per l’ETF su bitcoin di ProShares
Bitcoin

Nuovo round alla SEC per l’ETF su bitcoin di ProShares

By Marco Cavicchioli - 22 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Cresce l’attesa nei confronti della SEC che entro domani 23 agosto dovrà esprimersi su una delle varie richieste di approvazione di ETF su bitcoin.

Del resto, nel corso degli ultimi mesi, proprio la Security and Exchange Commission ha ricevuto diverse domande di approvazione di indici-cloni relativi al mondo bitcoin. Al punto da essere diventata essa stessa un driver “price sensitive” del mercato, a seconda del sentiment che suscitano le date relative alle sue decisioni.

Va ricordato che alcuni ETF sono già stato bocciati, per altri la decisione è rimandata alle prossime settimane.

In dettaglio, il 7 settembre sarà la volta del gestore di fondi Bitwise che propone ETF non solo su bitcoin ma su 10 crypto, poi toccherà a Direxion, un altro gestore di fondi, che chiede di poter emettere cinque ETF long/short, infine il 30 settembre (ma questa decisione è prorogabile fino a febbraio 2019), toccherà alla proposta di un ETF con sottostante fisico, il VanEck SolidX bitcoin, proposto da un colosso come il CBOE.

Tornando al presente, entro il 23 agosto (ma potrebbe accadere anche oggi), è attesa la decisione in merito alla proposta di ProShares. Secondo alcune fonti interne al CBOE, la decisione di domani ha buone probabilità di risultare negativa, quindi l’ETF ProShares bitcoin e il future ProShares Short bitcoin rischiano di essere bocciati.

Secondo rumors che già circolano, il problema di questo ETF sarebbe l’utilizzo della leva finanziaria. I future su bitcoin hanno solo circa nove mesi di vita, quindi un ETF a leva su un future con così poco storico alle spalle non rientrerebbe nei canoni della SEC.

Bisogna però tener presente che le richieste di approvazione di ETF su bitcoin giunte alla SEC sono numerose (più di dieci), ma che ad ora una sola pare avere serie possibilità di essere approvata. È la cosiddetta SR-CBOEBZX-2018-040, quella la cui decisione era prevista in un primo momento per il 10 agosto 2018 ma che è stata rimandata a settembre.

Questa proposta, presentata da CBOE e conosciuta anche come VanEck SolidX bitcoin, ha infatti alcune caratteristiche peculiari che la rendono differente dalle altre.

Innanzitutto è proposta da CBOE, ovvero uno delle più grandi borse al mondo di future e ETF. Inoltre, è basata su sottostanti fisici, ovvero BTC, e non su altri prodotti finanziari come i future. Infine, comprende un’assicurazione contro furti o lo smarrimento delle chiavi dei wallet in cui verranno conservati i BTC.

Ad oggi tuttavia pare che nessuna altra proposta abbia le caratteristiche di quella di CBOE, quindi verosimilmente la SR-CboeBZX-2018-040 è l’unica proposta di ETF basati su bitcoin che la SEC potrebbe ragionevolmente approvare.

A tal proposito non bisogna dimenticare i numerosi commenti pubblicati sulla pagina ufficiale della SEC di questa proposta, quasi tutti positivi.

Tuttavia, come già detto in precedenza, la SEC per ora si è limitata a prendere tempo in merito al giudizio sulla SR-CboeBZX-2018-040, con un primo rinvio dal 10 agosto al 30 settembre.

Ma, in teoria, potrebbe anche rinviare ancora, fino a febbraio 2019, quindi bisognerà attendere ancora un po’ prima di sapere se sarà effettivamente approvata o meno.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.