Brisbane, capitale australiana del del mondo crypto
Criptovalute

Brisbane, capitale australiana del del mondo crypto

By Fabio Carbone - 4 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Brisbane punta sulle criptovalute per attrarre nuovi turisti e creare posti di lavoro supportata dalla startup locale TravelbyBit, che ha ricevuto una doppia sovvenzione dallo stato australiano del Queensland per trasformare Brisbane nella capitale turistica degli amanti del bitcoin.

Il Brisbane Convention and Exhibition Centre adesso accetta i pagamenti in valute digitali da parte dei visitatori attraverso il sistema di pagamento digitale messo a punto dalla startup.

 

Di fatto si estende la superficie della “Crypto Valley” come è stata ribattezzata la Fortitude Valley, cuore del divertimento e dello shopping di Brisbane.

Già a maggio l’aeroporto di Brisbane è stato trasformato nel primo aeroporto al mondo ad accettare molteplici criptovalute presso i negozi e le caffetterie dislocate nel terminal nazionale e internazionale.

Il Queensland punta sulle criptovalute

Il ministro dell’innovazione e del turismo del Queensland, la signora Kate Jones, ha dichiarato che l’intento del governo locale è di usare le criptovalute come strumento per attrarre più turisti e di riflesso aumentare l’occupazione nello stato australiano.

In questa direzione è andata l’iniziativa che ha trasformato la piccola e tranquilla città turistica di Agnes Water – a nord di Brisbane – nella prima digital currency town della nazione. Oltre bitcoin i turisti possono pagare hotel e ristoranti usando litecoin, NEM, ether e bitcoin cash.

I politici locali hanno intuito le potenzialità delle criptovalute per il settore turistico ed i benefici per il turista.

Le criptomonete eliminano la necessità di fare il cambio tra valute fiat straniere e il dollaro australiano, riducendo a zero l’incombenza di dover riconvertire la valuta locale al termine del viaggio.

Si riduce il rischio di frodi con le carte di credito

Secondo le fonti consultate, nel 2017 in Australia le carte di credito hanno totalizzato un volume di transazioni di circa 748 miliardi di dollari australiani, di cui il 5% è stato rubato attraverso attività criminali: duplicazione della carta, transazioni truffa.

Le carte di credito possono anche essere perse durante il viaggio, lasciando il turista in una condizione di disagio non marginale.

Il possesso delle criptovalute su dispositivi mobili riduce notevolmente le probabilità di rimanere senza denaro in vacanza, perché se si dovesse perdere lo smartphone dove è installato il wallet mobile, basterà caricare la chiave privata del portafoglio su un altro dispositivo per continuare il viaggio.

Fabio Carbone
Fabio Carbone

Writer freelance dal 2013 ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Nel 2016 ha scoperto la crypto economy e da allora scrive di blockchain e criptovalute, per approfondire un movimento che non è fatto solo di esperti matematici e crittografi, ma di gente che genera una nuova economia dal basso. Scrive dello stesso argomento su vari siti web di settore. Scrive di Industria 4.0 ed economia digitale in generale.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.