Bitcoin Cash in aiuto del licaone della Namibia
Altcoin

Bitcoin Cash in aiuto del licaone della Namibia

By Rossana Prezioso - 12 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Nadja Leroux, ambientalista namibiana che si occupa di animali selvatici, ha ricevuto in bitcoin cash la sua prima donazione, l’equivalente di 145 Rand africani, ovvero circa $10.

La donazione è stata il primo passo per la creazione di un fondo in bitcoin cash che ha lo scopo di raccogliere 24.800 rand sudafricani che, tradotti in dollari, sono circa $ 1,600.

Il denaro raccolto sarà utilizzato per l’acquisto delle apparecchiature necessarie al monitoraggio degli ultimi esemplari di cane selvatico africano (conosciuto anche come licaone), uno dei più grandi carnivori del sudafrica. Il 9 settembre, Leroux aveva raccolto l’equivalente di R504 ($ 33) in bitcoin cash.

Il conflitto uomo-animale

Il primo articolo che sarà comprato con i soldi raccolti sarà un iPad, strumento indispensabile per “l’immissione e l’analisi immediata dei dati”.

Leroux si occupa anche di progetti che promuovono la collaborazione con i pastori nomadi delle tribù, spesso costretti ad uccidere il licaone per proteggere il bestiame dagli attacchi.

Purtroppo uomini e animali in Africa si trovano a dover condividere gli ormai pochi spazi comuni con evidenti conflitti che portano sempre più spesso gli animali ad avere la peggio.

La popolazione africana di cani selvatici è in condizioni critiche ed è estinto ormai in 23 Paesi. Tra le strategie promosse da Leroux c’è quella di sfruttare l’uso di cani da pastore la cui presenza scoraggerebbe l’assalto dei licaoni al bestiame.

Fondi criptovalute: un esperimento anche per la nazione

L’uso di bitcoin cash per la protezione della fauna locale è un esperimento anche per il governo della nazione africana dal momento che la banca centrale della Namibia, che ammette come valute solo il dollaro namibiano e il Rand sudafricano, ha bandito l’uso della criptovaluta per scopi commerciali già dal 2017, pur non specificando la multa inflitta a chi dovesse infrangere la legge.

Ma la raccolta fondi per uno scopo benefico come la salvaguardia ambientale non dovrebbe rientrare nel settore commerciale.

Rossana Prezioso
Rossana Prezioso

Appassionatasi alle nuove frontiere dell’editoria online, ha deciso di approfondire ulteriormente le sue conoscenze dedicandosi allo studio dei cambiamenti culturali ed economici derivati dalla nascita della finanza hitech, sviluppando le tematiche riguardanti i nuovi modelli di business ad essa legati e le influenze geopolitiche della new economy criptovalute

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.